Giancarlo Ciccozzi premiato alla “Seconda Biennale del Senso e della Materia”

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppPinterestLinkedInOknotizieEmailPrintCondividi
 

giancarlo ciccozziL’AQUILA  – In occasione della Seconda Biennale del Senso e della Materia, tenutasi a Greccio dal 27 al 10 gennaio 2016, diretta e curata dal Maestro Guido Carlucci, dopo un’accurata valutazione di ben 120 opere di artisti internazionali, Giancarlo Ciccozzi è stato premiato per la sua opera “Intreccio di anime colorate”.

Questo è stato il responso ufficiale di una giuria qualificata di esperti e critici d’arte affermati guidati allo stesso Maestro Carlucci. Alcune opere fuori concorso di Ciccozzi, verranno inserite nel Catalogo della Biennale stessa.

Giancarlo Ciccozzi è ormai noto per la “rituale” franchezza delle sue affermazioni; con un magistrale passaggio dal figurativo classico all’arte moderna e con le sue “follie contemporanee” è riuscito ad emozionare il pubblico nel ruolo di un pittore che si dipinge e confessa se stesso.

Quasi mai, come a questa Biennale, l’Arte è stata raccontata dal suo interno più vero e sincero alla società. In soli 20 giorni ha registrato più di 15000 visitatori tra pubblico ed esperti d’arte, anche dovuta al fatto eccezionale ed assolutamente non previsto, della visita del Santo Padre, Papa Francesco.
Per la Biennopera giancarlo ciccozziale era prevista la presenza di Vittorio Sgarbi, che per motivi legati alla sua salute è stata rimandata al mese di Giugno.

Ad avvalorare il carattere pieno e innovativo ed il valore spirituale dell’arte di Ciccozzi è stato l’invito dello stesso Carlucci alla realizzazione di una nuova opera da esporre prossimamente a Greccio e nella Valle Santa in occasione di una mostra per la visita pasquale di Papa Francesco, come promesso dallo stesso pontefice.

Insomma, l’artista aquilano Ciccozzi, raggiunge gli spazi espositivi più accreditati dell’arte internazionale con un particolare apprezzamento da parte della critica specializzata, tanto che le sue opere lo porteranno ad essere presente anche negli USA per conto dello staff di Vittorio Sgarbi e Sandro Serradifalco (EA Editore) nel mese di Luglio al fianco di artisti internazionali globalmente riconosciuti.

Se c’è spazio:

E’ stato selezionato ed invitato dallo staff del Prof. Vittorio Sgarbi ad esporre la sua opera “Trasposizioni”, in occasione dell’evento internazionale “L’isola che c’è” a Villa Castelnuovo a Palermo; l’opera è stata scelta per l’evento mondiale “Oscar Project” di Hollywood, California USA, al Conference Room, 6250 Hollywood Boulevard.
Un video promo arriverà a New York e Washington, USA;

Nello scorso novembre 2015 è stato scelto per l’assegnazione del “Premio Guerino Testa” con targa di rappresentanza al “XXIII° Premio Internazionale G. D’Annunzio 2015”, presso Aurum di Pescara;

Nell’Ottobre 2015, è stato premiato al “Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti”, Sezione Pittura, Seravezza, Lucca, dove ha ricevuto il premio “Artista 2015”;