Giulianova Patrimonio: Filippo Di Giambattista confermato Amministratore unico

FILIPPO DI GIAMBATTISTAA gennaio partiranno i lavori per gli alloggi di edilizia sociale e per il completamento del Kursaal nell’ambito dei Programmi Urbani Complessi

GIULIANOVA (TE) – Il sindaco Francesco Mastromauro nella giornata di ieri, 29 dicembre, ha proceduto alla nomina dell’Amministratore unico della “Giulianova Patrimonio” sulla scorta dei 5 curricula pervenuti a seguito dell’avviso pubblico scaduto il 18 dicembre scorso.

La scelta è caduta sull’architetto Filippo Di Giambattista, confermato pertanto nell’incarico.

Nell’occasione il sindaco ha annunciato che, con la firma del relativo contratto con la RIALTO Spa, ditta risultata prima in graduatoria tra le 78 ammesse a partecipare, a gennaio prenderanno avvio gli interventi nell’ambito dei programmi di edilizia residenziale pubblica “PUC”, Programmi Urbani Complessi, conformemente all’impegno assunto l’8 ottobre 2012 dall’Assemblea dei soci della “Giulianova Patrimonio”, su mandato conferito dalla Giunta con delibera del 21 ottobre 2010, per un impegno finanziario di circa 2 milioni e mezzo di euro in aggiunta 2.227.966 messi a disposizione della Regione Abruzzo.

“I quasi 5 milioni di euro costituiscono un impegno finanziario notevole – ha dichiarato il sindaco – però gli interventi programmati Kursaalconsentiranno, in un periodo connotato da fortissima crisi economica, di dare risposte alle fasce deboli ed alle giovani coppie in cerca di casa. Questo è il primo e per noi più importante obiettivo, ma non è certamente l’unico. Grazie ai PUC, infatti, riqualificheremo anche la parte antica della città e finalmente sistemeremo in modo definitivo il Kursaal provvedendo ai necessari lavori sulla parte superiore”.

Il programma prevede infatti la realizzazione di 36 alloggi in locazione a canone concordato, di un parcheggio pubblico in via Bellini per un’estensione di 1540 metri quadrati, nonché la ristrutturazione dei piani superiori del Kursaal, di un immobile da destinare a casa alloggio per anziani di 120 mq., di 2 unità immobiliari da destinare a laboratorio e botteghe artigiane per un’estensione di 258 mq. e di una unità immobiliare da destinare a piccola attività commerciale.