La Startup Europe Week fa tappa a Pescara

Startup Europe Week a Pescara L’incontro si terrà venerdì 5 febbraio alle 16 all’Aurum

PESCARA – È Pescara la capitale abruzzese dell’innovazione e dell’imprenditoria scelta per ospitare, venerdì 5 febbraio, a partire dalle ore 16 all’Aurum, la Startup Europe Week, l’iniziativa promossa dalla Commissione Europea e da Startup Europe che si pone l’obiettivo di sviluppare le idee innovative e supportare l’imprenditorialità nelle regioni europee.

Dal 1° al 5 febbraio la Startup Week si svolge in contemporanea in 40 Paesi europei e coinvolge oltre 200 città: per l’Abruzzo è stato scelto come organizzatore locale Digital Borgo, rete di imprese e business incubator che ha curato l’evento con il patrocinio del Comune di Pescara e con l’obiettivo di mettere in luce le opportunità offerte dall’Europa per la creazione di impresa.

“L’evento è di assoluta rilevanza non solo perché si svolge a Pescara – ha sottolineato l’assessore comunale alle Politiche Comunitarie, Laura Di Pietro – l’Aurum è già abituato a questi eventi, è il posto giusto dove far svolgere questo evento. Si tratta di un’iniziativa che si occupa della promozione dell’autoimprenditorialità. In questo momento di crisi si fa rete per offrire un servizio a chi vuole aprire un’attività o già l’ha aperta”.

L’appuntamento con la Startup Europe Week di Pescara si aprirà nel pomeriggio di venerdì 5 febbraio alle ore 16 all’Aurum nella Sala Flaiano con i saluti istituzionali del sindaco Marco Alessandrini, dell’assessore comunale Laura Di Pietro, di Marco blasioli per Digital Borgo e con la videochiamata di un rappresentante della Commissione Europea che saluterà tutti gli intervenuti a Pescara e darà l’avvio ai lavori. È stato invitato anche il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso.

presentazione Startup Europe Week“Questo è un ulteriore tassello che il Comune vuole dare alla città di Pescara – ha aggiunto il direttore della Digital Bordo, Andrea Risa – credo che sulle Startup possiamo dare tanto. È un progetto con un ampio partenariato pubblico e privato. A Milano abbiamo visto che laddove si crea un go working poi se ne creano altri. Oggi sappiamo che la nostra generazione non ha grossi sbocchi nel lavoro dipendente, quindi si cerca di mettersi in proprio. Quando si alza una saracinesca non si è fatta un’impresa, ma si è avviata un’impresa. Questa iniziativa dà a Pescara maggiore vitalità. Si può creare il distretto della nuova impresa. È un discorso anche in buona parte generazionale, Pescara può tornare ad avere un ruolo attivo in Abruzzo e nel Medio Adriatico”.

Ecco l’agenda delle tre tavole rotonde in programma venerdì 5 febbraio partire dalle ore 16. Si parte con il dibattuto su “Corporate venturing: le aziende investono nelle start up” con la partecipazione di Lorenzo Di Berardino della Startup Apio; Daniele Becci, presidente della Camera di Commercio di Pescara; Leonardo Grannonio della Camera di Commercio di Chieti; Alessandro Addari, vicepresidente di Confindustria Chieti-Pescara; Graziano Di Costanzo, direttore della Cna Abruzzo e Lido Legnini della Confesercenti Abruzzo. Seguirà la seconda tavola rotonda sul tema “Sviluppo e offerta di competenze: dall’idea alla realizzazione di impresa”, con la partecipazione di Piero Giampietro, consigliere comunale di Pescara; Federica Ceci, docente dell’Università di Chieti-Pescara; Matteo Casini, consulente studio Pietrostefani; Roberta D’Angelo dello studio Giancola Teti & Associati e Andrea Risa, direttore di Digital Borgo. A chiudere il pomeriggio sarà la terza tavola rotonda sul tema “Accesso alle risorse finanziarie. Quali strumenti?”. Ne discuteranno Rocco Micucci, segretario Fira; Manuel Del Monte di Abruzzo Sviluppo; Sabrina Saccomandi per la Regione Abruzzo; Paolo Matteucci della Federazione Bcc Abruzzo e Molise e Gianluca Liberati della Bcc di Roma.

“L’incontro di venerdì è interamente finanziato da Digital Borgo – ha affermato il presidente della Commissione Lavoro in Consiglio Comunale, Piero Giampietro – la Commissione Europea ha indicato Pescara per questo incontro. Siamo contenti che Pescara sia entrata nella mappa della Comunità Europea. Digital Bordo porta delle imprenditorialità e delle competenze a Pescara, sono eventi come questi che consentono di lavorare sul territorio. Queste sono le opportunità migliori per creare un’impresa il più velocemente possibile. Quindi noi diamo lo spunto agli imprenditori. Questo sarà un primo tavolo dove si spiegherà il tutto alle associazioni di categoria, nel secondo tavolo si parlerà delle particolarità e nel terzo si parlerà delle riserve finanziarie. Si punta sul digitale”.