Lettera aperta dei rappresentanti genitori Consiglio d’Istituto Radice-Ovidio

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppPinterestLinkedInOknotizieEmailPrintCondividi

SULMONA (AQ) – Riceviamo e pubblichiamo da Istituto Comprensivo G. Lombardo Radice-OvidioPierluigi Marzi, presidente del Consiglio d’Istituto dell’Istituto Comprensivo Radice-Ovidio di Sulmona, la LETTERA APERTA al Sindaco, ai Consiglieri e alla Giunta del Comune di Sulmona (PROTOCOLLO 48135 DEL 31/127″015) in merito alla nuova tariffazione del servizio di refezione mensa:

LETTERA APERTA

AL SINDACO, AI CONSIGLIERI E ALLA GIUNTA

DEL COMUNE DI SULMONA

I rappresentanti dei genitori del Consiglio d’Istituto dell’Istituto Radice-Ovidio di Sulmona prendono atto del comunicato stampa dell’amministrazione comunale del 30 dicembre 2015 relativo al servizio di refezione scolastica.

La determinazione comunale stravolge la tariffa dei buoni mensa durante lo svolgimento dell’anno scolastico (da 2,45 euro a 4,58 euro per chi non usufruisce di tariffa agevolata), impedendo alle famiglie di poter effettuare scelte alternative e, eliminando il diritto all’agevolazione agli studenti non residenti, penalizza gravemente e in particolare modo le famiglie del nostro circolo didattico residenti a Bagnaturo di Pratola Peligna che vengono discriminate, per pochi metri.

Con la presente, i sottoscriventi, stimolati dai genitori degli alunni, chiedono a codesta amministrazione di rimandare l’applicazione della nuova tariffazione al nuovo anno scolastico 2016/2017, in modo da consentire alle famiglie di decidere se usufruire o meno del servizio mensa modificando l’orario scolastico dei propri figli o l’organizzazione familiare.

La richiesta di rinvio è suffragata anche dai tempi ristretti richiesti dal Comune per la presentazione della certificazione ISEE, per l’acquisto dei buoni mensa a tariffa agevolata, fissata in data 16 gennaio e non essendo chiara la tariffa dei nuovi buoni dal 4 gennaio, data di messa in vendita, e la data di scadenza per la consegna della documentazione.

Chiedono inoltre di essere messi a conoscenza circa il criterio utilizzato per la determinazione dei requisiti economici per l’acquisto dei buoni a tariffa agevolata, quale sarà l’ammontare previsto del contributo comunale per il servizio di refezione scolastica e come saranno investiti i risparmi risultanti dalla nuova tariffazione.

Al fine di ottenere quanto richiesto, si riservano ulteriori azioni che saranno concordate con i rappresentanti di classe e il Consiglio d’Istituto.

Sulmona, 31 dicembre 2015

I rappresentanti dei genitori del Consiglio d’Istituto dell’Istituto Radice-Ovidio

Pierluigi Marzi – Presidente
Lorena Colantoni
Martina Di Genova
Anna Tiberi
Claudio Febbo
Luca Iavarone
Giuseppe Orfanelli
Armando Valeri