Montesilvano, Impianti pubblicitari: pubblicato il bando per le affissioni dirette

comune di MontesilvanoL’avviso comprende anche la progettazione degli impianti stessi e la loro manutenzione ordinaria e straordinaria

MONTESILVANO (PE) – Il Comune di Montesilvano ha emanato un nuovo bando relativo all’affidamento in concessione per la fornitura, l’installazione e la gestione degli impianti per le pubbliche affissioni dirette. L’avviso comprende anche la progettazione degli impianti stessi e la loro manutenzione ordinaria e straordinaria. L’appalto, della durata di 9 anni, include inoltre la rimozione degli impianti non autorizzati e che siano di ostacolo all’attuazione della proposta progettuale.

La superficie concedibile per gli impianti inerenti le affissioni dirette è di massimo 630 metri quadri, per un importo totale presunto dell’appalto per i nove anni che ammonta a 113.400 euro. Gli impianti verranno poi destinati ad affissioni di natura istituzionale, ai necrologi, alle affissioni di natura commerciale o alle affissioni dirette. Gli impianti dovranno avere dimensioni pari o multiple di 70×100 cm, fino ai 600×300. Per partecipare al bando c’è tempo fino alle 13 del 18 marzo. L’aggiudicazione avverrà in base all’offerta economicamente più vantaggiosa determinata da una commissione giudicatrice. Le offerte verranno aperte in una seduta pubblica alla quale saranno ammessi i legali rappresentanti degli offerenti.

«Questo bando – afferma l’assessore al commercio, Paolo Cilli – si affianca a quello emanato nelle scorse settimane e attivo sino al 18 febbraio, relativo alla concessione per gli impianti pubblicitari appartenenti a due tipologie, ossia le preinsegne e le transenne parapedonali. Si tratta di due avvisi pubblici che intendono regolamentare il sistema degli impianti pubblicitari sul territorio di Montesilvano e che fino ad oggi non è mai stato disciplinato».

L’affidamento, anche in questo caso della durata di 9 anni, prevede la progettazione, la fornitura, l’installazione, la manutenzione e la gestione degli impianti appartenenti alle due tipologie. Tutti gli impianti dovranno rispondere a criteri di un corretto ed equilibrato inserimento, sia ambientale che architettonico e dovranno essere realizzati con materiali di qualità certificata e resistenti al deperimento, tali da assicurare adeguati livelli di sicurezza nei confronti delle sollecitazioni, sia statiche che dinamiche, cui potrebbero essere sottoposti. L’importo della concessione ammonta a 315.000 euro. Il canone avrà una dilazione annuale. Per il primo anno di gestione esso sarà ridotto del 50%.