Pescara, mercato ittico sempre più all’avanguardia

mercato ittico PescaraPresentati ieri dall’assessore Cuzzi i nuovi servizi di commercializzazione del pescato; proseguito e realizzato il progetto della Giunta Mascia

PESCARA – Sempre più innovativo e al passo con i tempi il  Mercato Ittico di Pescara grazie ad un progetto  della Giunta Albore Mascia ,portato avanti dall’attuale Amministrazione e finalizzato a  sviluppare  la vendita on line del nostro pescato e a promuovere  il prodotto pescarese sul mercato nazionale ed europeo. Il progetto  è stato realizzato con fondi della Regione Abruzzo, Direzione Politiche Agricole e di sviluppo rurale caccia e pesca, relativi al programma operativo FEP 2007/2013, Asse prioritario 3 per un importo pari a 108.947 euro.Le novità, sia relative alla informatizzazione della struttura che alla  trasparenza e tracciabilità a garanzia della sicurezza dei prodotti,  sono state presentate ieri mattina  in una conferenza stampa a cui hanno partecipato l’assessore Giacomo Cuzzi, il direttore Mauro D’Andreamatteo, il responsabile del software Luca Di Nicola e il consigliere comunale  Massimo Pastore .

mercato ittico diventa 2.0Le dichiarazioni

“Puntiamo sulla filiera di qualitàsottolinea l’assessore al Commercio Giacomo Cuzzi presentando le novità Ed è un lavoro che ripaga gli sforzi, perché Pescara oggi è fra le prime città in Italia per lo sviluppo di servizi tecnologici. Il nostro impegno per il futuro sarà quello di far coincidere alla modernizzazione anche la rispondenza di piattaforme logistiche sul territorio, per implementare la catena del freddo e per assicurare la tracciabilità massima che è già ad oggi garantita con etichette che rispecchiano la legge, anticipano normative che diverranno presto obbligatorie e consentono di seguire il pescato dalla barca alla vendita in piena trasparenza. Puntiamo sulla struttura e la faremo crescere insieme agli altri mercati coperti su cui stiamo facendo un grande ed efficace lavoro di apertura e modernizzazione”.

Pescara  mercato ittico diventa 2.0“Il progetto prevede la messa a regime di un software gestionale contabile verticale per il mercato che completa quello inaugurato a fine estate – spiega Luca Di Nicola – attraverso un’etichettatura trasparente che con questo secondo passo assicura la massima tracciabilità, riferendo persino la modalità di pesca utilizzata, il giorno della pesca e il grado di freschezza del prodotto. Etichetta che guarda al futuro, perché anticipa normative che diverranno obbligatorie fra mesi e rimanda all’App scaricabile dal sito del mercato ittico (http://www.e-fish.pescara.it/) con cui letteralmente si segue il prodotto passo passo. A questa si aggiungono apparecchiature per la visualizzazione dell’elenco delle barche durante la seduta d’asta e del pesce oggetto dell’asta, operazioni rese ancora più sicure da apparecchiature capaci di rilevare interferenze durante le sedute. Nella lista delle novità anche la fornitura di attrezzature per il corretto mantenimento a livello igienico sanitario del pescato, macchine del ghiaccio in grado di assicurare in pieno tutti i passaggi della catena del freddo”.

“In aggiunta abbiamo investito anche sulla sostenibilità – aggiunge il direttore della struttura Mauro D’Andreamatteo – Grazie al progetto abbiamo acquistato due mezzi elettrici per movimentare la merce dalle banchine fin dentro la sala dell’asta, sostituiscono gli ape car che si fermavano fuori perché non mezzi ecologici. Peraltro entrando fin dentro si risparmia in tempo e fatica, perché il pescato viene scaricato direttamente sul nastro trasportatore”.