Recupero ex Caserma Berardi, ratificato l’accordo di programma

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppPinterestLinkedInOknotizieEmailPrintCondividi

logo comune di ChietiL’Assessore Colantonio “In consiglio Comunale approvato un atto fondamentale per il rilancio di Chieti”

CHIETI – “Oggi, in Consiglio Comunale, è stato approvato un atto fondamentale per il rilancio di Chieti. La ratifica dell’accordo di programma tra Agenzia del Demanio e Comune di Chieti per il recupero funzionale della ex Caserma Berardi, comportante modifica urbanistica al PRG, in attuazione del piano di razionalizzazione delle sedi delle Amministrazioni dello Stato, ha avuto un’ampia condivisione già durante la discussione svoltasi in sede di Commissione Urbanistica, presieduta dal Consigliere Comunale Roberto Melideo, cui va il mio più vivo ringraziamento”. E’ quanto ha affermato l’Assessore all’Urbanistica, Mario Colantonio, all’esito dell’odierna seduta di Consiglio Comunale.

«La variante urbanistica – ha detto l’Assessore Colantonio – si è resa necessaria in quanto l’intera struttura, da Caserma Militare, viene variata di destinazione in uffici, servizi pubblici e collettivi in modo da attivare la successiva fase progettuale. Pertanto, a meno di 30 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo in Prefettura tra il Sindaco Di Primio e il Direttore Regionale dell’Agenzia del Demanio, Edoardo Maggini, con un intenso impegno da parte dell’Ufficio Urbanistico, si sono raggiunti in tempi brevissimi gli obiettivi prefissati.

Grazie alla disponibilità di 15 milioni di euro, il Demanio affiderà al Provveditorato alle Opere Pubbliche le progettazioni necessarie agli adeguamenti funzionali dei fabbricati esistenti. Successivamente, si procederà con gli interventi.

Tutto dovrà essere concluso entro il 16 dicembre 2018. Per quella data l’ex Caserma Berardi diventerà sede del Comando Provinciale e della Stazione dei Carabinieri attualmente ubicati in Via Arniense; del Corpo Forestale dello Stato, attualmente collocato nello stabile in via Asinio Herio; del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, attualmente sito in Via del Tricalle; tutti gli uffici e le sezioni dell’Agenzia delle Entrate, attualmente dislocati nei fabbricati di viale Amendola e viale Unità d’Italia; la Ragioneria Territoriale dello Stato e l’Agenzia Dogane e Monopoli, oggi in viale Amendola; l’Archivio Notarile, attualmente in Via Madonna degli Angeli; la Direzione Territoriale del Lavoro, oggi in Via Spezioli, ed infine un edificio destinato a contenere una Istituto scolastico superiore.

I motori sono stati accesi e riscaldati: oggi parte la corsa contro il tempo per vincere una vera e propria scommessa su un progetto pilota la cui buona riuscita interessa in primis Chieti ma anche l’ Italia intera»