Serie B, Pescara-Vicenza 1-1: una prodezza di Lapadula salva il Delfino

Pescara-Vicenza-1-1Sconfitta evitata in pieno recupero dopo che Memushaj aveva fallito un penalty 

PESCARA – Il Delfino ringrazia Lapadula, una sua rete in pieno recupero evita una pesante sconfitta. All’Adriatico Pescara-Vicenza 1-1 nella gara valida come anticipo della 26esima giornata del campionato di Serie B. Squadra di Oddo opaca, ma alla fine sono gli ospiti ad avere le maggiori recriminazioni. Dopo un primo tempo equilibrato nella ripresa la squadra di Marino ha prodotto maggiori occasioni gol fino al vantaggio realizzato con Signori. Rabbiosa ma piuttosto inconcludente la replica dei biancazzurri che tuttavia falliscono la rete del pari con Memushaj su rigore procurato da Lapadula che è costato il rosso a Sampirisi. In pieno recupero però quest’ultimo, oggi in giornata opaca, si riscatta con una prodezza personale che salva i suoi.

Pescara e Vicenza a centrocampoCOSÍ IN CAMPO – Biancazzurri privi di Campagnaro in difesa indisponibile e tre squalificati, Mandragora, Verre e Caprari. In campo Zampano, Fornasier, Zuparic e Mazzotta in difesa; a centrocampo c’è Torreira e Benali con Memushaj mentre dietro Lapadula unica punta due trequartisti, Verde e Mitrita. Un 4-3-1-2 che diventa 4-3-3 in fase di possesso palla. La risposta del Vicenza con Benussi tra i pali, Laverone, Sampirisi, il neo acquisto Ligi e D’Elia sulla linea difensiva; Sbrissa, Moretti e Signori sulla mediana con Galano, Ebagua e Vita in avanti visto il forfait dell’ultimo momento di Raicevic che si accomoda in panchina.

angolo PescaraDIFESA BIANCAZZURA DISTRATTA – L’assenza di Campagnaro si è subito fatta sentire: al 2′ buco difensivo del Pescara con Fornasier che si vede passare dietro Vita che tuttavia impatta male sul pallone e qualche istante più tardi Ebagua prova ad intercettare una palla in area ,ma non riesce a dar forza al pallone favorendo l’intervento di Fiorillo. Al 12′ ancora Vita pericoloso con un’azione personale che si conclude con un tiro che sorvola seppur di poco la traversa.

azione LapadulaDall’altra parte al 16′ ghiotta occasione per il Delfino con Lapadula  che sul filo del fuorigioco si allunga il pallone favorendo l’uscita di Benussi. Al 28′ bolide di Ebagua in area con un diagonale che impegna severamente Fiorillo bravo a respingere in corner con i pugni e qualche istante più tardi sale male la linea difensiva biancazzurra con la conclusione di Vita che viene dopo un paio di deviazioni termina docile tra le braccia di Fiorillo

punizione GalanoLAPADULA IMPRECISO – Alla mezz’ora replica del Pescara con uno spunto di Lapadula che non riesce a dare potenza al tiro che viene deviato dalla difesa in corner. Al 35′ Mitrita ci prova un paio di volte ,ma la sua mira non è delle più precise. Al 39′ ci prova Memushaj con un diagonale dai 20 metri che termina di un soffio a lato alla sinistra del portiere avversario e qualche istante dopo Lapadula è frettoloso a concludere di potenza dal limite dell’area dopo aver ricevuto una bella verticalizzazione dalla destra. Al 41′ buco difensivo del Pescara con nessuna maglia biancorossa pronta a concludere a rete da favorevole posizione. In pieno recupero un bolide di Galano dopo una deviazione mette i brividi a Fiorillo, ma la palla termina sul fondo.

gol SignoriGALANO IL PIÚ PERICOLOSO MA SIGNORI LA SBLOCCA – Al 10′ bella fuga sulla sinistra di Mitrita, uno dei più ispirati tra i biancazzurri ma la sua fuga viene frenata dall’uscita tempestiva in area di Benussi. Al 13′ nuovo pericolo per il Pescara sulla punizione di Galano che impegna in tuffo Fiorillo, quindi la difesa biancazzurra perfeziona allontanando in corner. Al 16′ l’attaccante ospite si ripete questa volta con un diagonale in area preciso che costringe il portiere ad allungarsi sulla sua sinistra per salvare la sua porta. Al 18′ doppio cambio per il Pescara, fuori Verde e Mitrita per Pasquato e Cocco.

Al 25′ Galano si ritrova un buon pallone dal limite ma la sua conclusione a giro termina un paio di metri sopra l’incrocio dei pali alla destra di Fiorillo. Vantaggio del Vicenza al 28′: conclusione dalla distanza di Moretti non bloccata dal portiere biancazzurro che non può nulla dopo una successiva respinta di piedi sulla conclusione ravvicinata di Signori con la difesa completamente ferma. Passano due minuti e la squadra di Oddo sfiora il pari con un colpo di testa sotto misura di Cocco.

rigore MemushajLAPADULA SALVA IL DELFINO, MEMUSHAJ FALLISCE IL PENALTY -Alla mezz’ora Marino inserisce Raicevic per uno stanco Ebagua. Ultimo cambio per il Delfino con Fornasier che ha accusato un problema la ginocchio, al suo posto Acosta. Proprio in neo entrato prova con un traversone a pescare sul palo opposto Lapadula che non arriva sul pallone di testa. Ma al 39′ arriva il rigore per il Pescara per un intervento da ultimo uomo di Sampirisi su Lapadula. Veementi proteste della squadra biancorossa. Sul dischetto Memushaj conclude largo alla destra di Benussi fallendo l’opportunità del pareggio. Allo scadere Bellomo rileva l’autore del gol biancorosso, Signori. In pieno recupero Cocco fallisce una conclusione in girata sotto porta e Pescara che prova a chiuderla in avanti. Troppo nervosismo per un Delfino volitivo ma molto impreciso nella manovra. Al 48′ Lapadula in area trova il guizzo giusto con una prodezza in girata realizzando così la rete del pari.

TABELLINO DI PESCARA-VICENZA 1-1:

curva tifosi Pescara gemellaggio VicenzaPescara (4-3-2-1): Fiorillo; Zampano, Fornasier (dal 36′ st Acosta), Zuparic, Mazzotta; Memushaj, Torreira, Benali, Verde (dal 18′ st Cocco); Mitrita (dal 18′ st Pasquato), Lapadula. A disposizione: Aresti, Bruno, Selasi, Vitturini, Cappelluzzo, Milillo. Allenatore: Massimo Oddo.

Vicenza (4-3-3): Benussi; Laverone, Sampirisi, Ligi, D’Elia; Sbrissa, Moretti, Signori (dal 45′ st Bellomo); Galano, Ebagua (dal 30′ st Raicevic), Vita. A disposizione: Vigorito, El Hasni, Pozzi, Cisotti, Bianchi, Modic, Dell’Amico. Allenatore: Pasquale Marino.

Arbitro: La Penna di Roma 1

tifosi VicenzaAssistenti: Disalvo di Barletta e Baccini di Conegliano

IV° Ufficiale: Viotti di Tivoli

Reti: 28′ st Signori, 48′ st Lapadula

Ammoniti: Mitrita, Torreira, Vita, Benali, Acosta

Espulso al 39′ Sampirisi

Recupero: 4 minuti nel primo tempo, minuti nella ripresa

NOTE: al 40′ st Memushaj calcia fuori un calcio di rigore.