Sulmona, La Civita (FI): “L’amministrazione Ranalli ha fallito, si faccia da parte”

Luigi La CivitaSULMONA – “La Città ha già da tempo preso atto del fallimento dell’amministrazione Ranalli e gli accadimenti politici e amministrativi di questi ultimi giorni ne sono solo la riprova. E’ giunto ora il momento che questa amministrazione per il bene della Città si faccia da parte e se ne vada a casa evitando così di provocare ulteriori danni ai quali sarà poi difficile mettere riparo”. È quanto dichiara in una nota il consigliere comunale di Forza Italia a Sulmona, Luigi La Civita (foto), che poi aggiunge quanto segue:

“Prendiamo atto delle ultime vicende fatte registrare dalla maggioranza di centrosinistra a Palazzo San Francesco riepilogandole temporalmente. 

  1. Il consigliere comunale Valerio Giannandrea scarica le responsabilità del fallimento del progetto di pedonalizzazione del centro storico sull’indecisionismo del Sindaco e di alcuni suoi colleghi di maggioranza;
  2. L’assessore Stefano Goti che, sulla stessa lunghezza d’onda, se la prende con i dirigenti comunali, ivi compreso quello di riferimento del suo settore, per le manchevolezze e i fallimenti del suo disordinato lavoro;
  3. Il caos procurato con le nuove tariffe dei buoni mensa e il ritardo fatto registrare nell’assumere la delibera consiliare di sospensione dell’efficacia del provvedimento;
  4. Un Masterplan presentato dalla Regione Abruzzo che vede programmate esigue risorse per il centro Abruzzo con la Città di Sulmona che è praticamente esclusa dai grandi progetti di sviluppo del territorio abruzzese; 
  5. Le annunciate inchieste della Magistratura avviate sulle procedure concorsuali recentemente espletate;  
  6. Il possibile e anche fantasioso ingresso in maggioranza dei consiglieri comunali di riferimento ad Abruzzo Civico e all’Assessore Andrea Gerosolimo la dice lunga sul caos e sullo sbando che regna nel centro sinistra cittadino.

Le nostre previsioni sono state azzeccate, ai contrasti insanabili che già si registrano all’interno della maggioranza, in queste ultimi mesi, dopo la pessima pagina scritta in sede di assestamento di bilancio 2015, si è aggiunto in queste ore l’avvio in forma pubblica del regolamento di conti all’interno della maggioranza che, come da manuale Cencelli, vede i tentativi dei singoli consiglieri  di salvarsi dal naufragio generale nella vana speranza di uscire di scena con meno danni possibili”.