Paul Weller, il nuovo album è “A Kind Revolution”

Paul Weller

LONDRA – Per celebrare il 40° anniversario (maggio del 1977) dell’uscita del suo primo disco “In The City” con i Jam, Paul Weller pubblica il 12 maggio 2017, per Parlophone Records, “A Kind Revolution” il suo nuovo e 13° lavoro da solista che attinge alla sua inesauribile vena creativa. Da oggi l’album è in pre-order con 2 instant-grat (“Nova” e “Long Long Road”)disponibili anche in streaming.

“A Kind Revolution”, prodotto e arrangiato da Jan ‘Stan’ Kybert e da Paul stesso, contiene 10 classici moderni di Paul Weller. Con “classici moderni di Paul Weller” si intendono brani immediatamente riconoscibili ma mai prevedibili. Paul non si rifà mai a un solo stile ma unisce tutte le sue influenze – rock, R&B, soul, jazz, funk, folk e crea canzoni che attraversano tutti i generi in modo naturale e inconsapevolmente semplice. Due esempi perfetti di ciò sono le stupende ballate “Long Long Road” e “Hopper”, che definire ballate è riduttivo perché Paul aggiunge così tanti colori e substrati che tutte le definizioni crollano. Sempre con lo sguardo, avverso alle operazioni-nostalgia in modo quasi clinico e senza guardare mai ai suoi successi nello specchietto retrovisore.

Weller ha iniziato a lavorare su “A Kind Revolution” immediatamente dopo aver terminato l’ultimo album “Saturns Pattern” del 2015, componendo prima la struttura funky di “New York” e poi il bellissimo gospel lento di “The Cranes Are Back”. Il titolo dell’album arriva proprio da un verso di questa canzone.

I musicisti sono quelli fedeli di sempre con Andy Crofts e Ben Gordelier in prima linea. Anche Steve Cradock e Steve Pilgrim suonano in diversi brani. Il brano di apertura “Woo Sé Mama” vede le leggende del soul PP Arnold & Madeleine Bell offrire la loro caratteristica voce, mentre il solo ed unico Boy George canta nella funky “One Tear”. Paul è riuscito anche a stanare dal meritato riposo il mitico Robert Wyatt per farlo cantare e suonare la tromba in “She Moves With The Fayre”. E infine, ancora una volta, troviamo il chitarrista degli Strypes Josh McClorey con il suo magico tocco in ben 3 brani.

L’album esce in versione CD, Special Edition 3 CD, 12” LP, limited Deluxe 10” Vinyl Box Set, Standard & Deluxe Downloads ed è disponibile in streaming. Le bonus tracks sono tutto l’album in versione strumentale, più version alternative e remix. Per ulteriori dettagli, consultare il sito www.paulweller.com/akr.

Questa la tracklist standard:

Woo Sé Mama
Nova
Long Long Road
She Moves With The Fayre
The Cranes Are Back
Hopper
New York
One Tear
Satellite Kid
The Impossible Idea

Prima del grande tour nel 2018 delle arene inglesi che culminerà con uno show alla O2 Arena di Londra, Paul sarà in Italia per tre imperdibili concerti: domenica 10 settembre all’ Estragon di Bologna, lunedì 11 settembre al Teatro della Concordia di Venaria Reale (TO) e martedì 12 settembre all’Alcatraz di Milano.