Pegognaga un paese generoso e dalla spiccata solidarietà

Pegognaga un paese generoso e dalla spiccata solidarietàDonati alla Rsa di Pegognaga un elettrocardiografo e un pulmino al circolo Presenza

PEGOGNAGA (MN) – La comunità di Pegognaga (Mantova) e il suo tessuto economico e sociale si connotano per generosità e solidarietà. Negli ultimi tempi il “Rotary Club Gonzaga-Suzzara” ha donato al “Comitato Bovi” e quindi alla Rsa di Pegognaga un elettrocardiogfrafo, uno strumento medico necessario per l’esecuzione del’elettrocardiogramma-esame diagnostico sull’attività elettrica del cuore per verificarne il corretto funzionamento.

Alla cerimonia di donazione dello strumento, erano presenti il presidente del Rotary Carlo Bondioli e alcuni esponenti del sodalizio, Enos Gandolfi presidente del Comitato Bovi, Carlo e Carlo Cuoghi della coop Csa che gestisce la Rsa, l’assessore ai servizi sociali Daniele Benfatti.

“Con questa donazione – ha detto Bondoni – si conclude un service del nostro club, che fra gli obiettivi annovera l’attività di volontariato finalizzata alla raccolta fondi per scopi sociali e umanitari. Le risorse economiche necessarie per l’acquisto dell’elettrocardiografo del costo di 1.220 euro, derivano dalla vendita del libro ‘Panhistoria’ di Giancarlo Malacarne”.

Per l’occasione benefica Enos Gandolfi e l’assessore Benfatti, hanno sottolineato la grande e trasversale generosità della collettività pegognaghese, che in 17 anni di attività ha consentito al comitato Bovi di raccogliere 3,5 milioni di euro destinati a migliorare i servizi e le strutture per le persone anziane del paese.

Un’altra esaltante dimostrazione di solidarietà è stata la raccolta di fondi necessari per l’acquisto del pulmino “Ford Touneo Custom” da consegnare al circolo “presenza” per il servizio di trasporto degli anziani disabili. La sinergica collaborazione fra assessorato ai servizi sociali e circolo Presenza, nonché la personale e decisiva mobilitazione delle imprenditrici Teresa Morbio della “Paluan srl” ed Emanuela Calegari della “Digi Project”, ha consentito in un mese di raccogliere 32.000 euro di contributi da una quarantina di sponsor, cifra sufficiente per l’acquisto del nuovo automezzo, stipulare l’assicurazione e la manutenzione del pulmino.

“É un evento straordinario e di grande solidarietà – ha detto l’assessore ai servizi sociale Danele Benfatti – era finito il contratto in comodato con la ditta ‘PMG Italia’ che per 10 aveva fornito un mezzo di trasporto appositamente attrezzato per le carrozzine. L’intuizione e l’impegno delle imprenditrici Morbio e Calegari hanno consentito di risolvere il problema e di mantenere la continuità del servizio trasporto, acquistando un nuovo pulmino idoneo per il trasporto di disabili”.

Corrado Canossa, presidente del circolo Presenza, che ha già perfezionato l’acquisto e sarà proprietario dell’automezzo, ha riconfermato l’impegno e la professionalità dei volontari, mentre Teresa Morbido ha sottolineato l’utilità del servizio sociale e solidale del “Presenza” per la comunità, una esigenza percepita in massa dal mondo imprenditoriale locale.