L’autore Peppe Millanta è in finale al Premio Settimia Spizzichini

Un evento dedicato alla memoria storico-tragica dell’Olocausto

Peppe Millanta - Foto Rossano Di Prinzio

Il testo “Rukelie”, scritto da Peppe Millanta e già vincitore del Premio Coni 2016, è stato selezionato per partecipare alla finale della Terza Edizione del Premio “Settimia Spizzichino e gli Anni Rubati”, nella sezione Monologhi.

Il Premio, organizzato dalla Compagnia Teatrale Iposcenio, è dedicato alla memoria di Settimia Spizzichino, reduce della Shoah e unica donna sopravvissuta al rastrellamento del ghetto di Roma, divenendo nel corso degli anni una tra le preminenti testimoni e memorie storiche dell’Olocausto.

Il monologo è dedicato al pugile sinti Johann Trollmann, conosciuto come Rukelie, che osò sfidare il regime nazista perdendo la vita in un campo di sterminio.

Il testo sarà portato in scena lunedì 6 febbraio dall’attore pugliese Antonio De Nitto, che ha curato anche la regia, nel Teatro Antigone di Testaccio, a Roma, insieme agli altri nove testi selezionati da tutta Italia.