Pordenone, fiamme questa mattina alla Roncadin: nessun ferito

Edoardo Roncadin: “Le barriere antincendio, in cui abbiamo investito molto, hanno funzionato e anche se l’entità dei danni è ancora da accertare”

incendio Roncadin

PORDENONE – Questa mattina, intorno alle ore 5 si è divampato un vasto incendio presso a Roncadin di Meduno (PN), stabilimento di 22mila metri quadrati dove si producono circa 500mila pizze surgelate al giorno e dove lavorano 540 persone.

Sul posto all’opera i vigili del fuoco del Comando Provinciale di Pordenone, assieme ai distaccamenti di Maniago, San Vito al Tagliamento e Spilimbergo. Giunte sul posto anche squadre del Comando di Udine. Non ci sono feriti.

Le fiamme, sviluppatesi per cause ancora da accertare, sono molto estese e hanno attirato l’attenzione degli abitanti della zona, che hanno realizzato video e fotografie dell’accaduto.

I vertici dell’azienda, dipendenti e rappresentanti delle istituzioni sono accorsi alla sede e stanno seguendo l’evolversi della situazione.

Sul posto è presente anche Edoardo Roncadin, fondatore dell’azienda, che dichiara: «La cosa importante è che non ci sono feriti. Le barriere antincendio, in cui abbiamo investito molto, hanno funzionato e anche se l’entità dei danni è ancora da accertare, sembra che la produzione sia stata salvata. Magazzini e reparti amministrativi sono esenti da danni. Prontissimo è stato l’intervento dei dipendenti, con capiturno e manutentori che si sono subito accorti della gravità della situazione e hanno attivato le corrette procedure di evacuazione e di sicurezza».

Una volta concluse le operazioni di spegnimento, la priorità sarà salvaguardare la produzione, dichiara sempre Edoardo Roncadin: «Torneremo subito al lavoro. Se sarà necessario lavorare giorno e notte, sabato e domenica, lo faremo. Ci rialzeremo».

Roncadin SpA con sede a Meduno (Pordenone), nasce nel 1992 per la produzione di pizza italiana di qualità per la grande distribuzione nazionale ed internazionale. Oggi in azienda lavorano oltre 500 persone, il fatturato 2016 è stato di 97 milioni di euro con una produzione a quota 82 milioni di pezzi fra pizze e snack, realizzate con un esclusivo metodo brevettato e con l’impiego del 100% di energia sostenibile.