Pranzo di Ferragosto 2016, i consigli degli esperti: gli alimenti da evitare

Materie prime di qualità e prodotti locali evitando cibi grassi, bere tanta acqua rinunciando agli alcolici

Pranzo di FerragostoSecondo uno studio promosso dal Polli Cooking Lab, e dall’osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana, elaborando il parere di esperti tra rinomati chef e autorevoli nutrizionisti, il pranzo di Ferragosto dovrebbe essere leggero, basato sulla dieta mediterranea, senza però rinunciare alla tradizione.

Secondo 8 esperti su 10 a Ferragosto gli italiani dovrebbero scegliere una cucina light, caratterizzata da verdura e piatti unici. Verdure grigliate e cous cous sostituiscono lasagne e parmigiana; sotto l’ombrellone o nel salotto di casa fa poca differenza, secondo chef e nutrizionisti il pranzo del 15 agosto deve essere leggero e digeribile.

Pranzo di Ferragosto: i prodotti che non devono mancare sulla tavola

Ma quali sono i prodotti che non devono mancare sulla tavola degli italiani a Ferragosto? Il 72% degli esperti sostiene che i prodotti D.O.P. (Denominazione di origine protetta) e I.G.P (Indicazione geografica protetta) sono la base di un piatto di valore. Determinare la provenienza e la qualità di un prodotto è ritenuto essenziale da tutti i grandi chef italiani.

Al secondo posto si posizionano i prodotti a chilometro 0 (65%) che ogni giorno acquistano sempre più potere sul mercato alimentare. In questo caso si fa riferimento a prodotti, la cui vendita avviene in un’area distante pochi chilometri da quella di produzione. Si tratta di alimenti garantiti dal produttore locale nella sua genuinità, in contrapposizione all’alimento globale che spesso risulta di origine non certificata. Alimenti certificati o raccolti a breve distanza da casa, l’importante è che facciano parte della dieta Mediterranea (58%). Vegetali, frutta, pesce o pollame sono tutti alimenti leggeri e genuini che permettono di fornire al corpo il giusto apporto nutrizionale.

“A Ferragosto è importante scegliere materie prime di qualitàafferma la nutrizionista Francesca Noli, esperta di educazione al gusto e sicurezza alimentare -. Chi decide di restare a casa può organizzare una bella grigliata, se si è in spiaggia invece, spazio alle insalate di farro, di riso o al cous cous con tante verdure a pezzettini, gamberetti o pollo a cubetti. Gli alimenti molto grassi e ricchi di sale sono da evitare, perché la digestione risulta particolarmente lunga e laboriosa. È fondamentale assicurare una buona idratazione, perché si ha una maggiore perdita di liquidi con la sudorazione, privilegiando acqua ed evitando bevande zuccherate e bevande alcoliche”.

Gli alimenti da evitare al Pranzo di Ferragosto

Quali sono invece gli alimenti da evitare a Ferragosto? Secondo il 78% degli esperti durante l’estate è importante limitare i piatti ricchi di grassi. Patatine fritte, calzoni e insaccati sono da evitare durante la bella stagione, per non appesantire troppo il nostro stomaco ed evitare l’accumulo di grassi nocivi alla salute. Gli alcolici (75%) allo stesso tempo devono essere assunti solo in piccole dosi.

Abusarne infatti, favorirebbe la disidratazione dell’organismo, a causa dell’eccessiva diuresi e sudorazione. Al terzo posto si posizionano le bevande zuccherate (63%) che aumentano l’apporto giornaliero di calorie, senza fornire nutrienti importanti e senza dissetare. Attenzione alle bibite ghiacciate, assunte durante o subito dopo i pasti, che possono provocare una congestione in un organismo surriscaldato.