Ragazza italiana uccisa in Gran Bretagna, la Procura di Roma indaga

ROMA – La Procura di Roma ha aperto una indagine in relazione alla morte di Mariam Moustafa, la diciottenne di origini egiziane nata e cresciuta a Roma nel quartiere litoraneo di Ostia, picchiata da una baby-gang di ragazzine inglesi nel centro di Nottingham e morta dopo tre settimane coma.

Il fascicolo, nel quale si ipotizza il reato di omicidio, è stato affidato al sostituto procuratore Sergio Colaiocco. Della vicenda se ne occuperà la trasmissione “Le Iene” domani sera (18 marzo).