La recensione della raccolta antologica di Vasco: VASCONONSTOP

Oggi esce in tutti in negozi e, in tre versioni differenti, la prima raccolta antologica di Vasco Rossi con quattro inediti.

La recensione della raccolta antologica di Vasco: VASCONONSTOP

Oggi è festa per tutti i fan di Vasco Rossi. Esce oggi infatti la prima raccolta antologia del rocker di Zocca (VASCONONSTOP) comprendente 69 brani tra cui quattro inediti. La raccolta va in ordine decrescente, come un viaggio che parte dagli inediti e arriva fino alla prima canzone del Kom. La raccolta esce in tre diverse versioni che differiscono per contenuto e, soprattutto, prezzo. Il tutto in attesa dell’evento che si terrà a Modena il 1 Luglio 2017 nonostante lo scandalo biglietti portato alla luce dalle Iene nei giorni scorsi. Di seguito riportiamo la recensione dei quattro brani.

Il primo brano che si ascolta nel primo CD è “Un Mondo Migliore” ma già ne avevamo parlato (clicca qui) quindi si passa subito al secondo che si intitola “Come nelle favole”. La canzone è già conosciuta ai fan di Vasco perchè uscita tre anni fa in una versione che non è poi tanto diversa da quella attuale. Il brano parla di una storia pura e semplice, come dimostra il ritornello “Io e te a crescere bambini, avere dei vicini..”, che non ha bisogno di follie e colpi di scena ma basta essere sdraiati sul divano per stare bene. Vasco la racconta cosi “Il perfetto quadretto della coppia che sogna di vivere insieme per tutta la vita…come nelle favole, appunto. Tra sogno e realtà …noi sappiamo poi come va a finire, ma non vogliamo rovinare i sogni.. a nessuno.”

Vasco Rossi

Il terzo brano della raccolta, ed anche il vero e proprio inedito, è “L’amore ai tempi del cellulare”. Un pezzo rock in cui Vasco, grazie alla sua solita ironia, ci spiega come cambia la vita attraverso un “aggeggio”, come lo chiama lui, che alla fine ti trova sempre. La canzone è dell’ultimo Vasco e, di conseguenza, ha già suscitato qualche critica da parte di chi lo vuole sempre giovane. Cosi la racconta lui: “Tempo fa ho letto un libro su come è cambiato il mondo dal secolo scorso, quando c’era il telefono fisso e si rispondeva:”Pronto, chi parla?”, a oggi ventunesimo secolo che il telefono è mobile e smart, neanche rispondi che dall’altra parte ti si ingiunge: ”Ciao, dove sei?”. Beh, una bella differenza, se ci pensi. Per me poi che amo soprattutto farmi i fatti miei..”.

Il quarto pezzo si intitola “Più in alto che c’è” ed è forse il pezzo più profondo e riflessivo oltre alla prima canzone. Anche questo non è un vero e proprio inedito perchè il Kom scrisse questa canzone per Dodi Battaglia nel 1985 e, a distanza di 31 anni, Vasco la reinterpreta con il suo stile inconfondibile. “Forse non tutti sanno che Dodi ha suonato la chitarra in “Una canzone per te”. Un grande chitarrista, oltre a essere un Pooh, e allora, mi chiese di scrivergli una canzone per un album che avrebbe fatto da solista. Io gliel’ho scritta molto volentieri… lì per lì…e non me ne sono pentito… Ma già mentre gliela consegnavo, sapevo che prima o poi l’avrei voluta cantare anche io.”, spiega Vasco.

Di questa canzone vale la pena riportare il testo che lascia spazio a mille interpretazioni:

Se ti fermi a guardare le cose che vuoi
e ti accorgi che poi «non lo sai»…
Se ti fermi a guardare le cose… che hai
e t’accorgi che poi… «non le vuoi»
Se ti fermi a guardare più in alto di te!…
e ti accorgi che sopra NON C’È…
non c’è niente di Quello che Cerchi…
e allora… COS’È?!…
Se ti fermi a guardare, qualcosa per strada…
e ti accorgi che è presto, però…
non si può perder tempo a cercare qualcosa
e ti accorgi che è, Tardi Però!!!…
Non importa che cerchi «per forza» Qualcosa
«qualche cosa» che… Dopo NON C’È!…
non c’è niente che Conti qualcosa…
e allora… COS’È!?!!
È UNA DONNA, UNA DONNA, UNA DONNA PER TE!
MA, UNA DONNA una donna UNA DONNA COS’È?…
una Donna È una Donna… una Donna!…
… una Donna!… COM’È??!!!…
È UNA DONNA, Una Donna… E UNA DONNA… NON È!…
UNA DONNA È UNA DONNA!… e lei Forse lo sa?!!
… e lei Forse Cioé!?…
… e lei Forse Cioé!?…
UNA DONNA UNA DONNA UNA DONNA!
LA DONNA… PER ME!!!…
Se ti fermi a guardare le cose che vuoi
e ti accorgi che adesso Lo Sai
Se ti fermi a guardare le Cose che hai
e ti accorgi che adesso… LO Vuoi…
Se ti Scopri a guardare Più in Alto di te
ORA SAI che là sopra… NON C’È!!…
non c’è niente… di quel che credevi…
… però adesso C’È!!…
C’È UNA DONNA, UNA DONNA, UNA DONNA PER TE!
LA DONNA PER ME!!!

La raccolta, oltre i quattro inediti, prosegue. Nella versione deluxe troviamo 69 brani, nella Fan Edition troviamo 133 brani, 2 DVD con i videoclip e il Cd degli Angeli mentre per c’è anche il Vinile per gli amanti del genere. Insomma, una raccolta da non perdere per ripercorrere la leggendaria carriera spericolata del Komandante in attesa della festa a Modena.

Fonte foto: Profilo Fb ufficiale Vasco Rossi