Riabilitazione Berlusconi, i giudici: “Le pendenze penali non sono un ostacolo”

MILANO – Le relazioni delle Questure di Milano e Roma e dei carabinieri di Monza sul “requisito della buona condotta” di Silvio Berlusconi dopo l’espiazione della pena per il caso Mediaset “attestano un comportamento totalmente privo di segnalazioni rilevanti in termini negativi”.

Lo si legge nel provvedimento, di cui la sostanza è già emersa nei giorni scorsi, del Tribunale di Sorveglianza che venerdì scorso ha concesso la riabilitazione all’ex premier. Per i giudici le “pendenze” penali poi non sono “di per sé ostacolo”.