Roma Kizomba Festival, le novità dell’edizione 2016

Intervista ad Alex Vunda, uno dei principali maestri di kizomba e semba per fare il punto sulla situazione della danza angolana più in voga del momento in Italia

il maestr Alex VundaROMA – Conto alla rovescia per uno degli appuntamenti più attesi sulla Kizomba e Semba di Roma. Dal 14 al 16 ottobre ci sarà la terza edizione di Roma Kizomba Festival, Festa do Semba (vedi programma completo) dove saranno presenti i più grandi maestri di questa disciplina, la maggior parte dei quali angolani, ma anche italiani sempre più specializzati in materia. L’evento è organizzato dall’Asd “Kizomba Romana” per promuovere e divulgare la disciplina e si svolgerà presso il Centro congressi dell’Hotel Roma Aurelia Antica. Kizomba e Semba si sono diffusi in Europa a partire dal Portogallo da oltre 15 anni e più di recente anche in Italia, dove sta registrando un progressivo successo.

Di seguito la nostra intervista ad Alex Vunda, presidente dell’Asd Kizomba Romana, angolano,  uno dei nomi più famosi nel panorama italiano tra i maestri di kizomba e semba.

Come nasce questa manifestazione?

“Il Roma Kizomba Festival è un progetto nato già nel 2013 ma concretizzatosi nella sua prima edizione ad Ottobre 2014. Il crescente desiderio di volerne sapere di più, una sana curiosità alla scoperta di un mondo nuovo, la voglia di portare un weekend internazionale nel cuore della città eterna, ha portato Kizomba Romana a ideare e realizzare un festival internazionale che è cresciuto sempre di più nell’arco del tempo.

L’evento nasce anche dal desiderio di inquadrare Roma capitale nel panorama delle grandi capitali europee che ospitano grandi manifestazioni su questa danza afroangolana. Stiamo parlando di Parigi, Londra, Madrid, Lisbona, Praga, Mosca, Berlino. Il nostro auspicio era di fare in modo che i romani e gli italiani non dovessero per forza recare all’estero per godersi una grande manifestazione di kizomba”.

Quali novità dobbiamo aspettarci da questa edizione 2016?

Roma Kizomba Festival 2016
Roma Kizomba Festival 2016 dal 14 al 16 ottobre 2016

“Per questa terza edizione ci sarà un maggior numero di artisti professionisti di grande fama a livello mondiale, una maggiore affluenza di partecipanti, un team internazionale di taxi dancers, un più grande numero di lezioni. Si prospetta il miglior festival di kizomba mai fatto a Roma. Nel programma sono anche inserite tre conferenze sulla cultura, l’attualità e la danza africana (vedi il programma completo). La location è cambiata, si farà all’hotel Roma Aurelia Antica, con una serata di benvenuto, il 13 ottobre, nelle vicinanze, presso il Roma Camping Village”.

La Kizomba in Italia a che punto ci troviamo nella sua diffusione, ci sono delle regioni che sono più avanti e altre meno?

“La diffusione è rapidissima, e solo due anni fa sarebbe stato difficile fare un tale pronostico. La crescita è timida solo nelle isole. La maggior concentrazione di amanti di kizomba resta al Nord Italia, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Umbria. In centro Roma sta in prima linea, il Sud è in crescita soprattutto in Puglia con la zona Salentina e Bari e la Campania con Napoli”.

Roma Kizomba Festival è la Festa do Semba cosa può dirci di questa musica tradizionale predecessore di una varietà di stili musicali originari dell’Africa?

““Festa do Semba” perché vuole celebrare le origini nonche la matrice della kizomba, il Semba. Semba è la musica angolana che assorbe una varietà di stili musicali afroangolani, dalla rebita alla cazukuta”.

Un consiglio per chi si avvicina alla kizomba e uno per i tanti maestri che stanno aiutando alla diffusione in Italia di questa danza?

“In tanti vogliono avvicinarsi a questa disciplina, molti sono maestri di salsa che si impegnano ad imparare questo nuovo stile. Per non incorerre in errori clamorosi, per una giusta didattica della kizomba devono informarsi e formarsi presso fonti autorevoli e magari tenersi aggiornati con specialisti angolani. Formarsi é fondamentale per non fare errori sia nella didattica che nella filosofia del mondo kizomba”.

Alex Vunda,  il profilo

Alex Vunda, presidente dell’Asd Kizomba Romana, angolano, nato nella provincia di Kwanza Norte e cresciuto a Luanda fino all’età adulta. Studente universitario a Roma, nel 2007 fu impegnato nell’ambito di un progetto multiculturale e di un giornale online “Ecumene 24”, all’interno del quale sono nate le prime ‘Noites de kizomba Romana’, insieme a David Pacavira, Carlos Soma, Nelson Rodrigues e Jackie, diventata oggi una delle dj più note della scena romana.

Successivamente sono arrivati colei che sarebbe diventata la nostra ballerina e insegnante più esperta, l’italo-brasiliana Barbara Barros e il nostro referente in materia musicale, ma anche artista di di kuduro e di afrohouse, Marcio alias Massakre Junior, anche lui nato e cresciuto in Angola.

Erano incontri di persone in cui si parlava di cultura, si facevano presentazioni di libri, festeggiamenti di lauree, attorno alla musica kizomba e semba, che così abbiamo cominciato a far conoscere. Nel 2010 è nata l’idea di fare la scuola di ballo, concretizzatasi nel 2012. Nel frattempo si era studiato un modo di poter insegnare la kizomba nel modo che ritenevamo più giusto possibile. Dal primissimo corso di kizomba, tenuto da David e Barbara, è cresciuta la struttura organizzativa dell’associazione, con l’ingresso della francese Céline Camoin, punto di riferimento nell’organizzazione del Roma Kizomba Festival, e poi di Maria Joao Martins, angolana cresciuta in Portogallo.

Si ringrazia per la realizzazione dell’intervista il maestro Alex Vunda e Céline Camoin, punto di riferimento della struttura organizzativa dell’associazione