Ruba circa 15.000 euro nella parrocchia di San Matteo a Lecce

LECCE – La scorsa domenica, all’interno dello studio del Parroco della Chiesa di San Matteo, è stato commesso il furto di un’ingente somma di denaro: circa 15.000 euro, custoditu dallo stesso sacerdote all’interno di un mobile.

Tale cifra era costituita dalle offerte fatte dagli sposi e dai fedeli nel corso degli anni. L’autore del fatto criminoso si è introdotto attraverso l’uscita posteriore della Chiesa, che affaccia in Corte dei Castromediano, e ne è uscito attraverso il portone principale, sito su via Dei Perroni. Entrato in Chiesa, si è recato nello studio del sacerdote, infrangendo il vetro della porta di accesso ed ha consumato velocemente il furto.

I poliziotti della Squadra Mobile hanno immediatamente effettuato una ricognizione delle telecamere installate nelle strade percorse dal ladro sia per arrivare sul luogo che per fuggire, riuscendo a trovare un filmato che lo aveva immortalato mentre percorreva la via che conduce all’entrata posteriore della Parrocchia.

La bravura dei poliziotti è stata tale da risalire alle fattezze dell’uomo nonostante, quest’ultimo, consapevole di essere riprese dalla telecamere cittadine, avesse cercato di coprirsi il volto con le mani.

L’uomo, un 39enne con svariati precedenti penali e giudiziari alle spalle, è stato riconosciuto dal Parroco in quanto negli anni scorsi aveva prestato attività lavorativa presso la Chiesa di San Matteo.

Inoltre proprio nei giorni scorsi si era recato da lui per  chiedere un aiuto economico, manifestando un certo nervosismo e l’urgenza di ottenere dei soldi, tanto da manifestare la sua palese contrarietà a fronte della somma donatagli, ritenuta troppo esigua.

Le indagini hanno consentito all’Autorità Giudiziaria di emettere un decreto di perquisizione nei suoi confronti, eseguito con esito positivo. I poliziotti della Squadra Mobile, con la collaborazione di quelli del Commissariato di Galatina, quest’ultimo Comune di residenza del malfattore, hanno infatti rinvenuto in un’abitazione disabitata ma di cui l’uomo ha la disponibilità, una scatola di scarpe con all’interno tutta la somma sottratta alla parrocchia.

Le buste che contenevano il denaro erano state strappate e cestinate dal malvivente, nel tentativo di impedire di risalire alla sua provenienza illecita. L’uomo è stato denunciato per furto e la somma rinvenuta è stata immediatamente riconsegnata al Sacerdote che ha ringraziato la Polizia di Stato per l’impegno profuso ed il successo della propria attività che, chiaramente, va a vantaggio anche della comunità ecclesiastica leccese.