Salvini (Lega Nord): “Per chi pratica la mutilazione genitale non c’è posto in Italia”

MILANO – “80.000 donne straniere sono vittime di mutilazione genitale. Per chi adotta queste pratiche non c’è posto nel nostro Paese”.

Lo dichiara, sulla propria pagina Facebook, il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini (foto).