Sanremo 2016: ‘Wake Up’, l’incitazione rap di Rocco Hunt

Rocco HuntSANREMO – Rocco Hunt partecipa al 65° Festival di Sanremo con “Wake Up”, brano scritto dallo stesso Rocco insieme ai produttori Mace e Zidded del collettivo Reset!. Una canzone di denuncia contro il sistema corrotto e contro l’indifferenza dello Stato verso il Sud d’Italia, caratterizzata da un sound funky e da un ritmo coinvolgente. Il testo, che ancora una volta mantiene il legame con la tradizione napoletana alternando il dialetto con l’italiano, invita i coetanei dell’artista ad agire fuori dagli schemi.

“Wake up” anticipa l’uscita (il prossimo 4 marzo) dell’edizione speciale di “SignorHunt”, l’album entrato nei primi posti della classifica Fimi/GfK lo scorso ottobre. Questa nuova versione includerà il brano “Una Lacrima”, contenuto nell’album “Bella Lucio”, e 8 inediti, tra cui la cover che Rocco Hunt interpreterà nella serata del Festival dedicata alla tradizione della musica italiana: “Tu vuò fa l’americano” di Renato Carosone. Un brano, prodotto come per “Nu Juorno Buono” da Takagi (Gemelli Diversi) e Mr Ketra (Boom da Bash), che Rocco ha scelto in quanto vicino alle sue origini e alla sua cultura e a cui donerà una veste nuova, moderna, originale e molto personale.

«’Wake Up’ – racconta Rocco Hunt – vuole essere un brano che risveglia le coscienze ed è rivolto alla mia generazione. Ci tengo a salire sul palco dell’Ariston con un pezzo di denuncia, che trasmette un messaggio positivo e che invita i miei coetanei a svegliarsi e impegnarsi, a darsi da fare contribuendo attivamente alla costruzione della nostra società futura».