Sbarchi degli algerini in Sardegna: Minniti pronto allo stop

Marco Minniti
Marco Minniti

ALGERI – Italia e Algeria hanno concordato il rafforzamento della collaborazione già in atto per arginare i flussi migratori verso la Sardegna: 880 arrivi solo quest’anno sulle coste dell’Isola, in particolare del Sulcis, 1.106 nel 2016. La decisione è stata assunta ad Algeri tra il ministro dell’Interno, Marco Minniti, e il collega algerino Noureddine Bedoui.

Su questa emergenza, il governatore della Sardegna Francesco Pigliaru, nei giorni scorsi, ha scritto una lettera allo stesso Minniti sottolineando come il fenomeno renda “ancora più complessa la gestione dei flussi non programmati” in Sardegna “in quanto impatta pesantemente sul funzionamento di tutte le strutture deputate all’accoglienza ed è inoltre in grado di provocare un notevole allarme sociale tra la popolazione”.

Riconoscendo la bontà delle azioni intraprese dal Governo, il presidente della Regione ha sollecitato “un forte e costante raccordo con le autorità algerine, finalizzato all’interruzione del ‘traffico’ di coloro che sbarcano direttamente sulle nostre coste e quindi di un canale potenzialmente molto pericoloso per il presente e il futuro”.

“Solo con un’attività di questo tipo – ha chiarito il governatore – che coinvolga le stesse autorità algerine e che consenta possibilmente di pervenire alla stipula di un accordo Italia-Algeria per la gestione concertata del fenomeno migratorio, saremo in grado di contrastare efficacemente l’immigrazione irregolare verso la Sardegna”.