Sisma, Salvini (Lega Nord): “Demenziale politicizzare la Protezione Civile”

MILANO – “Politicizzare la Protezione civile, affidandola a un ex governatore trombato, è stato demenziale”. Lo ho ha detto il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, intervenendo a Radio Padania dalle zone terremotate. “Così si sono create due teste. Solo il Pd poteva farlo”, ha spiegato in riferimento alla nomina a commissario per le zone terremotate di Vasco Errani.

Salvini oggi è stato in Abruzzo per toccare con mano la situazione dopo l’emergenza maltempo che da diversi giorni sta riguardando la regione: “Oggi stesso – ha annunciato il segretario del Carroccio – la Lega chiederà al governo di stanziare 100 milioni di euro per gli interventi urgenti nelle aree colpite”.

Questo il commento di Camillo D’Alessandro (Pd), coordinatore della maggioranza in consiglio regionale: “Dopo la neve, il gelo, le piogge torrenziali e il terremoto, in Abruzzo ci mancava soltanto Matteo Salvini. Il suo senso per lo sciacallaggio è nauseante: ovunque ci sia una situazione di difficoltà per la popolazione, lui si materializza e predica contro gli immigrati e contro le amministrazioni di centrosinistra. Come se la nevicata più grave degli ultimi 60 anni fosse colpa del governo Gentiloni o della Regione Abruzzo. Speculare sulle sofferenze altrui è vergognoso, così come è vergognoso che Salvini venga in Abruzzo soltanto quando c’è da seminare discordia. Noi ci siamo 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, e non permetteremo che uno come lui – interessato unicamente alle sorti elettorali sue e del nord Italia – venga a insegnarci come si governa una regione”.