Speranza: “No a un Parlamento di servi e di nominati”

NAPOLI – “Noi appoggiamo tutto ciò che consente di superare un Parlamento fatto di nominati per noi questo è il punto di partenza di ogni ragionamento sulla Legge elettorale. Basta con l’idea di un Parlamento che viene deciso nelle segrete stanze di Roma, così si fa un Parlamento di servi non un parlamento di rappresentanti del territorio, noi saremo fermissimi su questo punto che è per noi la base per discutere”.

Così Roberto Speranza (foto) a margine dell’assemblea dei Comitati promotori di Articolo 1 a Napoli.