Sono tanti gli infestanti esotici nelle mete di viaggio preferite dagli italiani per l’inverno

Sono tanti gli infestanti esotici nelle mete di viaggio preferite dagli italiani per l'inverno
Sono tanti gli infestanti esotici nelle mete di viaggio preferite dagli italiani per l’inverno

MILANO – Messico, Sud Africa, Malesia o Brasile sono alcune delle destinazioni più amate per fuggire dalle rigide temperature invernali. Non tutti sanno, però, che tali mete esotiche, proprio grazie al clima caldo-umido, sono la patria di insetti e altri infestanti portatori di malattie anche gravi.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, si stimano fra i 50 e i 100 milioni di infezioni all’anno per la sola Febbre Dengue; fra questi, la maggior parte dei casi riscontrati ha sofferto di lievi malori come febbre, mentre circa il 5% ha sviluppato una malattia grave con febbre improvvisa.

Rentokil, tra i maggiori esperti internazionali di Pest Control, ha analizzato le destinazioni preferite dagli italiani per le vacanze invernali e ha identificato le maggiori minacce presenti in questi Paesi.

Da Copacabana alla savana del Sud Africa, passando per il Messico e la Malesia, le nostre vacanze possono essere rovinate da piccoli insetti, come zanzare o cimici, o da grandi rettili come il Black Mamba. I dati raccolti dall’Osservatorio Rentokil evidenziano come le punture di insetti esotici possano comportare, in aggiunta a fastidiosi pruriti, gravi malattie come la Febbre Dengue o la Malattia di Chagas, oltre al più noto Virus Zika.