Terrorismo, Salvini (Lega Nord): “Non c’è posto per tutti”

Matteo SalviniLANCIANO (CH) – L’integrazione tra immigrati e popoli europei e’ possibile solo “con piccoli numeri controllati”. Matteo Salvini, leader della Lega, ha commentato cosi’ a Lanciano (Chieti) i fatti di Bruxelles.

“Contrariamente a quanto raccontano Renzi e Boldrini – ha aggiunto – non c’e’ posto per tutti. Bisogna controllare tutti quelli che arrivano ed espellere chi non e’ rifugiato”.

La cancelliera tedesca Angela Merkel, invece, per Salvini “è un disastro”: “Ha sulla coscienza troppi morti, sia quelli per il terrorismo sia quelli per la fame che ha esportato in tutta l’Unione europea”. Salvini ha poi detto “basta” con “il buonismo che tutela il delinquente che va a rubare nella casa degli altri”.

“Io dico – sottolinea Salvini – che se uno viene in casa mia a rubare, ed entra in piedi ed esce steso, e’ un problema suo. Siamo stufi di cittadini indagati perche’ si sono solamente difesi. Questo non succede negli altri Paesi del mondo. Quando torneremo al governo, la polizia e i carabinieri torneranno a fare quello che devono fare: ripulire le nostre citta’. Altro che reato di tortura”.