‘This Is What The Truth Feels Like’, dopo 10 anni torna Gwen Stefani

Gwen StefaniMILANO – Dopo mesi di ipotesi e chiacchiere finalmente venerdì 18 marzo, a distanza di 10 anni dal precedente, esce in tutto il mondo, in versione Standard e Deluxe, “This Is What The Truth Feels Like” l’attesissimo nuovo album di Gwen Stefani, indimenticata leader dei No Doubt, ora affermata solista e coach nel programma TV The Voice USA.

La superstar, già vincitrice di 3 Grammy Awards, è stata protagonista degli Oscar della Musica anche quest’anno, presentando in anteprima mondiale, sul palco dello Staple Center, il nuovo singolo “Make Me Like You” con un’esibizione che ha lasciato tutti a bocca aperta.

L’artista, infatti, insieme al gruppo Target e alla regista Sophie Muller (Bjork, No Doubt, Garbage), ha approfittato di una pausa pubblicitaria dello show per interpretare dal vivo e in tempo reale il video del suo brano, tra continui cambi di scena e costumi.

Proprio un ritorno 2.0: durante la diretta TV, infatti, i fan hanno potuto accedere a contenuti speciali grazie alla collaborazione con i social network Periscope, Facebook Live e Snapchat. “Make Me Like You”, prodotto da J.R. Rotem, sarà in programmazione nelle radio italiane dal 25 marzo.

Gwen Stefani è una mega star internazionale, cantautrice, performer e artista completa, ha venduto oltre 30 milioni di album ed è stata certificata multi platino con il gruppo che l’ha lanciata, i No Doubt.

“This Is What The Truth Feels Like” è il suo terzo lavoro da solista, dopo “Love.Angel.Music.Baby” e “The Sweet Escape”, che contengono hit mondiali come “Rich Girl”, “Sweet Escape”, “What Are You Waiting For?” e “Hollaback Girl” con Pharrell Williams, il primo singolo in formato digitale a vendere oltre 1 milione di copie in USA.

Dopo il suo debutto trionfale come coach a The Voice USA, Gwen Stefani sforna altre hit come “Baby Don’t Lie”, sempre con Pharrell Williams “Spark The Fire” e più di recente “Used To Love You”, un brano toccante che racconta il paparazzatissimo divorzio da Gavin Rossdale, cantante dei Bush.