Turismosicuro – Croazia Montenegro, pattuglie italiane al servizio dei villegganti

Cooperazione internazionale della Polizia di Stato con quelle estere

turismo sicuro CroaziaIl personale della Polizia di Stato del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia-SCIP della Direzione Centrale della Polizia Criminale, unitamente agli omologhi esteri, anche questa estate, dal 20 luglio al 31 agosto, è impegnato nell’attività di assistenza ai turisti e di pattugliamento nelle città croate di Rovigno, Spalato, Dubrovnik nonché nella città di Budva (Repubblica di Montenegro) con particolare attenzione ai campeggi ed ai porti.

Si tratta di luoghi caratterizzati da una elevata presenza di turisti e lo scopo dell’attività congiunta è quello di aumentare la percezione di sicurezza.

Gli agenti presteranno servizio con la propria divisa d’ordinanza con la principale finalità di velocizzare lo scambio di informazioni tra i corpi di polizia e di facilitare i contatti tra i turisti e le forze dell’ordine locali nonché con le autorità diplomatiche e consolari dei paesi esteri.

assistenza turistiLa maggior parte dei turisti provenienti dall’Italia arriverà a fine luglio ed agosto, mesi durante i quali la presenza delle pattuglie congiunte è divenuta essenziale per garantire la tranquillità dei villeggianti.

Anche quest’anno, i nostri operatori saranno impegnati nei controlli dei locali notturni, dove si riversano migliaia di giovani, tra cui numerosissimi italiani, con lo scopo di prevenire e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti visti i positivi risultati conseguiti la scorsa estate quando le pattuglie italo-croate hanno proceduto al sequestro di un ingente quantitativo di una droga sintetica chiamata “ballon”, dagli effetti simili all’Extasy, assunta per inalazione tramite un palloncino colorato collegato ad un contenitore metallico.