Una Nave di Libri per Barcellona 2018: dal 21 al 24 aprile

Una Nave di Libri per Barcellona 2018: dal 21 al 24 aprileMancano due settimane ma vi sono ancora posti disponibili per la crociera culturale “Una Nave di Libri per Barcellona 2018”. Evento organizzato per la nona volta dal mensile “Leggere:Tutti” in collaborazione con Grimaldi Lines

Dal 21 al 24 aprile, a bordo della Cruise Barcelona della Grimaldi Lines salperà dal porto di Civitavecchia Una Nave di Libri per Barcellona 2018. Evento imperdibile che ospiterà a bordo scrittori, registi e attori in viaggio verso Barcellona.

La nave salperà il 21 aprile dal Porto di Civitavecchia. Farà poi una tappa, il giorno successivo, a Porto Torres. Lì si imbarcherà una delegazione composta da rappresentanti istituzionali, musicisti e produttori agroalimentari. Con la partecipazione dello chef algherese Cristiano Andreini che, a conclusione del progetto “Suoni e parole della Sardegna in Spagna” curato dalla Thorn & sun communication, daranno vita a concerti, laboratori e degustazioni.

La Nave approderà a Barcellona alla vigilia della Giornata mondiale del libro. La Festa di San Giorgio nel capoluogo catalano si celebra in forma del tutto particolare. Barcellona si riempie di rose, libri, poeti e scrittori coinvolti in centinaia di eventi culturali che animano l’intera città. Durante la giornata è usanza che gli uomini regalino una rosa alle donne e ne siano contraccambiati con un libro.

“L’idea dei Catalanisottolinea Sergio Auricchio, ideatore della Nave dei libridi associare la Rosa, simbolo dell’amore, al Libro, simbolo della cultura, è di grande impatto emotivo”.

“Sulla Naveaggiunge il nuovo direttore di ‘Leggere:tutti’ Carlo Ottavianosaliranno scrittori, poeti, attori, cantanti e musicisti dando vita a numerosi eventi sia all’andata che al ritorno e le ore di navigazione voleranno via”.

La giornata del 23 aprile, proclamata dall’Unesco Giornata mondiale del libro nella data simbolica in cui ricorre l’anniversario della morte degli scrittori Miguel de Cervantes e William Shakespeare, è molto sentita in Catalogna. La festa del Dia de Sant Jordi nacque infatti come opposizione al franchismo individuando la cultura come il migliore mezzo di lotta al fascismo.