Vaccini: Ricciardi (Iss), “Gli esami del sangue sono inutili e costosi”

VacciniROMA – Non servono gli esami del sangue prima di somministrare un vaccino a un bambino. Lo chiarisce Walter Ricciardi, direttore dell’Istituto Superiore di Sanita’, intervenuto a Radio 24 sulla sentenza della Procura di Trani che ha stabilito che non c’e’ correlazione tra l’autismo e la somministrazione del vaccino pediatrico trivalente contro morbillo, parotite e rosolia (Mpr).

“Non poteva che essere cosi’ – spiega Ricciardi – la letteratura scientifica e’ uniforme da anni nel dire che questo legame non esiste”.

Quanto al consiglio degli esperti di fare esami del sangue, Ricciardi spiega: “Io non ho ancora letto la sentenza, ma mi sono confrontato con il nostro direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanita’ Giovanni Rezza che era parte del team e lui non era d’accordo. Soprattutto, nell’ultima versione della sentenza che lui ha visto questo tipo di affermazione non c’era perche’ si tratta di un’affermazione insussistente dal punto di vista scientifico. Quello che l’OMS raccomanda e’ di fare un’anamnesi accurata, sentire, vedere, ascoltare il bambino, parlare con i genitori, ma niente esami ematochimici, che sarebbero del tutto inutili e costosi”.