Vercelli, scoperto cacciatore di frodo in area di ripopolamento e cattura

corpo-forestaleVERCELLI – Nonostante il periodo di chiusura della caccia, ed utilizzando richiami acustici vietati, l’uomo era in piena attività venatoria, ed aveva abbattuto anche fauna non cacciabile

Nella mattinata dell’8 Settembre, gli uomini del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Albano vercellese (VC) e del N.I.P.A.F. del Comando Provinciale di Vercelli hanno sorpreso un individuo intento a compiere un atto di bracconaggio.

Il soggetto, colto in flagranza di reato, esercitava l’attività venatoria in periodo di chiusura generale sul territorio provinciale ed all’interno di una zona di ripopolamento e cattura.

L’uomo, inoltre, per attirare l’avifauna, utilizzava dei richiami acustici elettromagnetici vietati dalla legge che disciplina l’attività venatoria.

Il personale operante ha proceduto al sequestro di tutti i mezzi di caccia, consistenti in due fucili legalmente detenuti, del relativo munizionamento e dei diversi richiami acustici utilizzati per attirare l’avifauna, nonché gli uccellini abbattuti appartenenti a specie non cacciabile. Il soggetto è stato deferito all’autorità giudiziaria.