Vizi e virtù degli italiani vacanzieri sotto l’ombrellone

L’indagine che rivela i tic e le manie degli italiani in spiaggia

Vacanze in spiaggia

È arrivato agosto, e il mare resta una delle mete preferite dagli italiani per trascorrere le vacanze.

Questo è quanto emerge da uno studio condotto da In a Bottle (www.inabottle.it) su circa 2.500 persone tra i 20 e i 55 anni, con monitoraggio online sui principali social network. Il sondaggio mostra infatti che 6 italiani su 10, cioè il 59%, hanno scelto il mare; mentre solo il 18% trascorrerà le vacanze in montagna; seguito dal 9% città d’arte; 13% la vacanza itinerante.

Le motivazioni della scelta sono diverse come: la possibilità di respirare un’aria più salubre di quella di città (38%); il 22% per staccare dalla routine; il 21% ammette di scegliere il mare per la tintarella.

Non mancano inoltre gli italiani secondo cui “Non è estate senza il mare” (18%); alla spiaggia poi, sono legate le sensazioni piacevoli degli amori estivi (42%); il 26% la associa agli amici con cui ritrovarsi nei luoghi di villeggiatura dopo un anno di lavoro. Per gli amanti della movida, invece, divertimento estivo significa feste in spiaggia (18%); e per il 12% la possibilità di fare le ore piccole.

Dallo studio si evince inoltre qual è il rapporto degli italiani con l’estate, e quanto essi preferiscano trascorrere il periodo estivo in totale relax (32%); a limite optando per un sano divertimento 23%; e per un italiano su 4 (25%) affronta le vacanze con l’obiettivo di trovare l’anima gemella.

Per quanto riguarda i comportamenti poco graditi dai vacanzieri italiani: al primo posto l’insofferenza verso coloro che lasciano l’immondizia (57%); c’è poi chi non sopporta la musica senza auricolari dei vicini di ombrellone (46%); i fumatori che spengono le cicche sotto la sabbia (46%). Il 38% non gradisce chi scuote gli asciugamani, spostando la sabbia; il 18% infine, non tollera quanti in spiaggia, parlano ad alta voce al cellulare.

La ricerca rivela infine, i gesti curiosi che inconsciamente, gli italiani compiono in spiaggia: al primo posto bere a canna dalla bottiglia, un’usanza di oltre 7 italiani su 10 (72%); e la chiacchierata sul bagnasciuga (53%). A seguire si trova l’abitudine, sia maschile che femminile, di sbirciare sotto gli occhiali da sole, per osservare da chi si è circondati (42%); non mancano poi gli amanti dell’abbronzatura che si cospargono costantemente di olio solare (22%); e chi non rinuncia alla lettura (17%).