“Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty”, 20 anni del Festival

Arriva “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty”, il libro sui 20 anni del Festival che lega musica e diritti umani

Voci per la libertà - Una canzone per Amnesty

“Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty”, il festival legato ad Amnesty International quest’anno compie vent’anni.

Per l’occasione esce il volume, intitolato come il festival “Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty”. 176 pagine a colori che alternano testi e foto. Un caleidoscopio di frammenti e ricordi da tutte le edizioni di questo festival.

Due le presentazioni ufficiali. Il libro esce in concomitanza con l’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani. Il 10 dicembre.

Sabato 9 dicembre a Rovigo, ore 21 all’Auditorium del Conservatorio Venezze. Con i live di Diodato, ospite all’ultima edizione del festival. Ed Elisa Erin Bonomo, vincitrice del Premio della Critica a Voci per la Libertà 2017. Conduce Carmen Formenton.

E domenica 10 dicembre a Roma, ore 18, al teatro Eduardo De Filippo dell’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini. Con i live degli Amarcord, vincitori del Premio della Giuria Popolare all’ultima edizione del festival. E Carlo Valente, neodiplomato dell’Officina Pasolini e vincitore dell’edizione 2017 del “Premio Amnesty International Italia Emergenti”.

Per l’occasione esce una grande opera corale a cui hanno voluto dare un contributo molti dei protagonisti di questi due decenni. Ivano Fossati, Daniele Silvestri, Carmen Consoli, Mannarino. Paola Turci, Simone Cristicchi, il presidente di Amnesty International Italia Antonio Marchesi. Il portavoce Riccardo Noury sino ad alcuni dei volontari.

Durante gli incontri presenti numerosi protagonisti del libro:

Michele Lionello (curatore del libro nonché ideatore e direttore artistico di Voci per la libertà). Riccardo Noury (Portavoce Amnesty International Italia). Giovanni Stefani (Presidente Voci per la libertà). Marta Dolcetto (Volontaria Voci per la libertà). Antonio Marchesi (Presidente Amnesty International Italia).

Mirella Zambello (Sindaco di Villadose fino al 2010). Daniele Grossato (Vicesindaco di Rosolina). Melania Ruggini ( ideatrice e curatrice di Deltarte). Alberto Gambato e Laura Fasolin (autori di ‘Presi a caso’). Marco Cortesi (attore e regista). Silva Rotelli (fotografa). Patrizia Vita (Ufficio Comunicazione Amnesty International dal 2003 al 2013).

Versi Banditi (Premio Amnesty International Italia Emergenti 1998). Mud (Premio Amnesty International Italia Emergenti 2009 e 2014). Marmaja (Premio Giuria Popolare 2014). Anna Luppi (Premio Web 2014). Adolfo Durante (Premio Amnesty International Italia Emergenti 2015) e Nevruz (finalista 2017).