Wwworkers Camp 2016: alla Camera i lavoratori della Rete interrogano la politica

Wwworkers CampROMA – Dall’inventore dell’app per aiutare gli stranieri che arrivano in Italia all’artigiana delle scarpe che presenta le sue creazioni su Instagram, dal vignaiolo siciliano che si racconta su Facebook agli architetti lucani che lavorano in ogni angolo del mondo grazie a Internet. E poi ancora l’ultimo maestro cartaio di Fabriano  e le mamme venete che si sono inventate da zero un e-commerce. Sono alcuni dei venti wwworkers protagonisti della nuova edizione del Wwworkers Camp, il meeting dei lavoratori della rete che anche quest’anno torna alla Camera dei Deputati.

Questi wwworkers racconteranno la loro storia e interrogheranno la politica. Perché esattamente tre anni fa, ad inizio legislatura, la community ha consegnato alla classe politica un manifesto per portare l’Italia nell’economia digitale: 10 azioni incentrate su connettività, cultura digitale, welfare. Dopo quasi trentotto mesi i wwworkers tornano a confrontarsi su cosa è stato fatto e a che punto siamo sulle azioni da fare. L’appuntamento con la nuova edizione del Wwworkers Camp è per giovedì 30 giugno dalle ore 14 presso la Sala Aldo Moro nella Camera dei Deputati (piazza di Montecitorio, 1). La partecipazione è gratuita previa iscrizione e fino ad esaurimento posti (qui per registrarsi).
Il Wwworkers Camp è promosso con l’Intergruppo Parlamentare Innovazione ed è sostenuto da Facebook, Google, eBay con la partnership dell’Ambasciata degli USA in Italia e dei giovani delle organizzazioni di categoria CNA, Coldiretti, Confindustria, Confcommercio, Confartigianato. 
La community wwworkers è nata nel 2010 ed è stata raccontata nel libro “Wwworkers, i nuovi lavoratori della rete”, edito da Gruppo24Ore. Ogni anno si confronta dal vivo.