L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

IL RITORNO DEI SUPEREROI

Sul grande schermo tornano i protagonisti del genere Comics. Fonte: www.newscinema.it (Fb)

Chi non ha mai sfogliato un comic (fumetto statunitense il cui nome deriva dal tipo di formato utilizzato) o visto qualche film di supereroi? Anche se non si è un assiduo frequentatore di fumetterie o un patito del genere è impossibile non essersi mai imbattuti in qualche eroe in tuta attillata pronto a difendere il mondo (o il più delle volte l’America)! Ma quando i supereroi hanno cominciato ad invadere la terra e in che periodo il comic ha preso piede nel mondo cinematografico?
Il filone dei fumetti statunitensi ha inizato a farsi strada sin dal suo inizio nel 1934 con la nascita della DC Comics (frutto della casa editrice di fumetti National Allied Publications). Da molti schizzi e disegni della DC sono nati personaggi memorabili come Superman (giugno 1938), Batman (maggio 1939) e Lanterna Verde (luglio 1940). Ma oltre la Dc Comics nasce succesivamente anche la sua eterna rivale: nel 1939 viene fondata da Martin Goodman, con la lungimirante mente di Walt Disney e la sua The Walt Disney Company, la Marvel Comics (conosciuta inizialmente come MC e anche come La Casa delle Idee). Con la MC viene creato un vero e proprio universo Marvel: Capitan America (luglio 1917), Hulk (maggio 1962), Thor (agosto 1962) , Spider-Man (agosto 1962), gli X-Men (aprile 1963), Iron Man (marzo 1963), Daredevil (aprile 1964), I Fantastici Quattro (giugno 1966) e molti altri sono tutti stati creati dal grande e ormai conosciutissimo fumettista Stan Lee che ha reso la Marvel una fantastica macchina di intrattenimento e ottima antagonista della DC Comics. Dopo un periodo altalenante che varia da un periodo d’oro (The Golden Age) dei comic (da fine anni ’30 a fine anni ’40) ad un periodo di grande crisi(dovuto anche a causa dello scoppio della II Guerra Mondiale) per poi riprendersi verso la fine degli anni ’50 (The Silver Age), la lotta tra le due case editrici dalla carta stampata si sposta successivamente anche sul grande schermo.
Anche al cinema il primo a fare il primo passo è la DC Comics con Superman (interpretato dall’indimenticabile Christopher Reeve) nel 1978. Il film riscuote un enorme e anche un po’ inaspettato (ma certamente sperato) successo, dovuto senza dubbio agli allora fantastici effetti speciali e scene d’azione, ma anche grazie alla splendida colonna sonora firmata John Williams e a quell’idea di invincibilità ultraterrena ma comunque avvicinamento ed empatia col personaggio e la sua storia (con richiami prettamente biblici). Dopo il filone Superman (Superman II nel 1980, Superman III nel 1983 e Superman IV nel 1987) e il suo ormai confermato successo, la DC si butta nel nuovo filone di Batman nel 1989 (Batman Returns nel 1992, Batman Forever nel 1995, Batman Robin nel 1997) continuando a riscuotere incassi stratosferici. La Marvel Comics, vedendo l’ottima risposta del nuovo genere di film con supereroi, decide così di provare come la DC e fa il suo debutto negli schermi con Blade nel 1998. Il film ottiene una buona risposta e Blade successivamente diventa una trilogia ma, dopo un periodo di quasi disinteresse da parte dello spettatore per il genere comic e il dubbio di abbandonare i successivi progetti di trasposizione dai fumetti, è rischiando con gli X-Men nel 2000 e Spider-Man nel 2002 che la Marvel raggiunge il successo di incassi, superando e quasi oscurando la potenza della DC Comics sino ad allora imbattuta. Con l’avvento dei filoni Iron Man nel 2008 e Vendicatori - The Avengers nel 2012 (che ha ottenuto i maggiori incassi per una pellicola di supereroi con ben 1.511.800.000 di dollari) la Marvel è prima incontrastata nel genere film-comic. Ma non è ancora detta l’ultima parola poiché la DC Comics ora ha in cantiere l’uscita a breve del nuovo Superman Man Of Steel e il progetto per la realizzazione di una serie di film quali Justice League, Wonder Woman, The Flash, Aquaman, Green Arrow, Lobo e Shazam.
Il genere comic riscuote così tanto successo probabilmente per una voglia di vivere in una dimensione di giovinezza e ricordi ormai lontana, forse per una voglia di sognare e di riscatto che caratterizzava quell’epoca, ma che continua ancora oggi a non abbandonarci.
Abbiamo trovato per voi due curiosi tributi ai due grandi colossi comics americani, Buona Visione!
(di Valeria Roccella - del 2013-05-29) articolo visto 1517 volte
sponsor