L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

INDIA PROTESTE 'TRIBALI' PER LA VERGINE MARIA CON GESÙ BAMBINO

Il difficile rapporto con le minoranze religiose in India

Notizia curiosa che viene dall’India, una nuova statua che mostra Vergine Maria con il Gesù bambino è stata installata in una chiesa nello stato orientale indiano di Jharkhand, scatenando le proteste dei gruppi tribali non cristiani. Nella statua, la Vergine indossa una collana rosso-bianco bordato sari, una camicetta rossa, e dei braccialetti e tiene Gesù bambino in una fionda di panno.
Ebbene, questa raffigurazione ha suscitata rabbia e stupore. Nello scorso 26 maggio il cardinale Telesphor P Toppo ha presentato la statua che si erge nella chiesa locale del villaggio Singhpur, che si trova a 15km dalla capitale dello stato, Ranchi e questo è stato visto come un tentativo di convertire Sarna tribali al cristianesimo.
Da quando è stata installata, la statua ha attirato le ire di alcuni gruppi tribali non cristiani che ne hanno chiesto la sua immediata rimozione, e alcuni di loro hanno addirittura intrapreso una marcia di protesta il 17 giugno scorso a Ranchi a sostegno. Secondo Bandhan tiggì, capo sacerdote di Sarna Society, che rappresenta popolazione tribale non cristiana dello Stato, è la prima volta nello stato che Madre Maria e Gesù bambino sono stati ritratti come tribali.
Lo stesso si chiede qual è stata la necessità di questo gesto, visto che in Jharkhand, il 27% della popolazione, 8,6 milioni di persone sono tribali e solo il 3% della popolazione tribale è cristiana. Mostrare la Madre Maria in stile tribale facendola passare come parte della comunità tribale rischia di confonderli, afferma Bandhan tiggì.
Da 100 anni a questa parte la gente potrebbe iniziare a credere che la Madonna è in realtà la nostra Dea tribale, e questo può trattarsi di un tentativo di convertire Sarna tribale al cristianesimo, ribadisce. Non c’è niente di male, ma Mr tiggì e i suoi leader della società hanno chiesto comunque al palazzo arcivescovile locale di rimuovere la statua, e ha avvertito che se non verrà rimossa, ci sarà una protesta a livello nazionale più organizzata. Dal canto loro, i tribali cristiani, non vedono nulla di male su come sia stata riprodotta la statua, e con loro anche i residenti di Jharkhand, e anche Padre Agostino Kerketta presso l'arcivescovo House di Ranchi trova che non c'è niente di sbagliato in questo. È come il cinese, il giapponese, l‘irlandese, il tedesco o anche la versione africana di Madre Maria e Gesù bambino. E continua, col dire che succede ovunque come parte di inculturazione della tradizione locale.
Padre Agostino è stato nominato a negoziare con i tribali non cristiani indipendentemente dalla statua controversa, e cerca di minimizzare le proteste dicendo che solo una parte della popolazione ha partecipato alla protesta e relativamente alle accuse mosse dalla Sarna Society, afferma che sono senza alcuna sostanza e accusa alcuni politici di essere dietro le proteste, visto che le elezioni generali sono previste all'inizio del prossimo anno e alcuni personaggi politici potrebbero cercare di dividere le popolazioni tribali cristiane e quelle non cristiane per ottenere vantaggi politici.
Tuttavia, egli spera di risolvere la questione nella prossima riunione prevista per il 14 luglio anche se i leader della Compagnia Sarna sostengono che non si aspettano molto dalla stessa a meno che la statua non venga in tempi brevi rimossa.
[Foto Vergine Maria con bambino Gesu fonte www.bbc.co.uk60]
(di Maurizio Piccirillo - del 2013-07-11) articolo visto 4411 volte
sponsor