L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

LA CULTURA E IL GUSTO LOCALE DEL TÈ CINESE

Originale iniziativa di ospitalità cinese

L’importanza dell’espansione cinese è ormai ben consolidata, ma tra le varie cose curiose da segnalare è che nel continenti asiatico in molti alberghi internazionali offrono nella loro formula di successo, una introduzione alla cultura del tè. Una figura che sta prendendo piede in Cina, è appunto il sommelier del Tè, nuova posizione di avanguardia nel settore dell'ospitalità, che sta già contando significative candidature. L'unico problema è che ci sono ancora poche persone che possono assumere un tale ruolo.
Per essere un buon sommelier in questo settore, infatti, è necessario avere una conoscenza approfondita del tè ed avere una buona capacità di spiegare la sua complessità. Per non parlare la professionalità di evidenziare la parte culturale di un'arte che risale a più di 2500 anni. Un personaggio di spicco in questo settore è certamente Xie Siwen, il sommelier del tè presso il Ritz Carlton di Pechino, che ogni giorno continua a bere tazze di tè verde coltivato nelle vicinanze della sua città natale, bevanda, che egli consiglia ai clienti che desiderano dissetarsi per sopportare meglio il caldo intenso dell’estate.
Xie è cresciuto a Shanghai in una famiglia emigrata dalla provincia di Zhejiang e ha sempre bevuto il tè verde e questo, per lui, è diventata sia una piacevole abitudine che un hobby, tanto che, l'ingegnere, ora in pensione, continua ad approfondire la sua conoscere del tè è su richiesta di un amico ha accettato di diventare il sommelier tè al Ritz-Carlton. Per Xie non è importante avere delle credenziali ufficiali, e in una delle tante interviste ha affermato che bere il tè è una questione di pratica e di esperienza, non è nessun richiesto nessun grado. Inoltre, non ho mai spinto i miei figli a bere. Li lascio scoprire da soli.
Il General Manager David Wilson del Ritz-Carlton ha detto che la competenza Xie è anche rinfrescante e stimolante, ed è totalmente soddisfatto del lavoro del sommelier, infatti, sostiene, che Xie è la prova vivente dei benefici per la salute nel bere il tè. Il Sommelier non ha infatti problemi di ipertensione, o alti livelli di lipidi nel sangue ed egli attribuisce la sua vitalità giovanile al fatto di bere tè e consiglia ai suoi clienti di vivere la vita nello stesso modo, mentre gustate una tazza di tè. Per i clienti che apprezzano le sue raccomandazioni, offre un menu di tè speciali con le note sui benefici di tali bevande. Il tè nero Pu'er per esempio, aiuta a disperdere il grasso indesiderato e il tè Pu'er con le erbe e petali di rosa è un bene per le donne che vogliono una carnagione chiara. Xie, poi, indica che ci sono i modi corretti di bere il tè. Si dovrà aspettare che si concentri l'infusione del tè, si dovrà provare ad avviare un po’ ruvido e infine si dovrà lavorare sul retrogusto che dovrebbe essere un po' più dolce.
Il sommelier puntualizza che il tè è come nella vita. Si deve lavorare e pensare a quello che bisogna attraversare per ottenere l'essenza e la dolcezza della vita. Ciò è particolarmente vero per quelli di noi che hanno vissuto decenni di cambiamento e sostiene che le modifiche continuano, tanto che pensa che la gente non beve solo per placare la sete del corpo, ma anche per placare la sete della mente. Xie sottolinea anche che l'arte del tè è più uno stato d'animo di calma, nel berlo è necessario avere la serena sensazione di apprezzarne le sfumature di gusto: si deve essere sobri per essere in grado di pensare a ciò che è vissuto. Non si può capire il Tao in questo mondo con una mente del paziente che non è tranquillo.
Vari direttori di hotel e addetti ai lavori cinesi interpellati sull’argomento come Wang Jing, sostengono che questo sistema di bere il tè nelle strutture alberghiere, si è sviluppato da una semplice attività di attrazione principale in questi ultimi anni. Stiamo assistendo ogni giorno nello sviluppo dell'arte del bere il tè tanto che si sta andando ben oltre una semplice bevanda, col tempo questa attività sta diventando una forma d'arte. Helen Chen di Starwood Hotels and Resorts del reparto marketing, testimonia che uno studio recente ha dimostrato che i conti del mercato interno rappresentato il 60 e il 70% di occupazione delle camere. Si prevede che il ruolo del sommelier del tè tenderà a crescere in Cina, per il paese è un orgoglio per affermazione della propria identità da condividere con i visitatori. Quindi, per chi volesse soggiornare in Cina, potrà apprezzare un parte importante della cultura del continente asiatico.
Foto: Il maestro del tè Xie Siwen trasmette la sua conoscenza e passione per il tè agli ospiti del Ritz-Carlton Beijing (photoChina Daily)
(di Maurizio Piccirillo - del 2013-08-08) articolo visto 4346 volte
sponsor