L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

TRUSSARDI SS 2014: CONTRASTI ARMONICI

Trussardi Spring Summer 2014 Milan: Contrasti armonici per la donna viaggiatrice di Gaia alle redini della maison di famiglia

Gaia Trussardi fa il suo esordio alla direzione creativa del marchio di famiglia con una linea pulita dalla silhouette precisa, dritta e tagliente, contaminata da linee sartoriali maschili per abiti che mantengono intatti autorevolezza e fermezza. Con un piglio antiromantico.
Ispirata ad un immaginario ‘road trip’ attraverso la California, la collezione primavera estate 2014 della maison Trussardi ha mostrato capi dal taglio maschile riletti in chiave extra chic ed estremamente minimal.
La vita è alta, la figura è composta ma sempre femminile: pancia scoperta, gambe nude. Collezione comoda e raffinata per una donna avventurosa con un quid maschile che è tipico del DNA di Trussardi. Elegante, lussuosa e sicura di sé.
I materiali sono corposi e aerei: cotoni armaturati, cotone-shantung, organza, crêpe di seta, pitone, pelle. La palette colorata è essenzialmente chiara con bianco e ocra come protagonisti, a cui si va ad aggiungere il nero con inserimenti vivaci di rosso e azzurro (a volte abbinati a contrasto) che ravvivano la collezione.
L'unica stampa è rettile, un leitmotiv che si declina nei dettagli – i piccoli foulard al collo di organza imprimé fermati da un iconico anello con il logo della maison – oppure a più ampio respiro nelle gonne lunghe e svolazzanti, nelle bluse leggere.
Le giacche, dal mood mascolino, sono abbinate a gonne lunghe a vita alta che presentano vertiginosi spacchi laterali abbinate a bandeau di pelle o di tessuto a mostrare l’ombelico.
Sulle spalle, la moderna viaggiatrice di Trussardi porta maxi spolverini o blazer sartoriali dalle dimensioni over, spesso abbinati a maglieria pesante ma corta e pantaloni a palazzo o shorts attillati da boxeur in pelle o jogger pants con la coulisse.
A prova di viaggio, la Trussardi “Rider Bag” è la borsa dalla allure tattile. Realizzata in contrapposizioni di pellami, decorata di rivetti, la nuova icona Trussardi celebra artigianalità, invenzione, savoir-faire. Gli intarsi polimaterici proseguono nelle scarpe: anfibi dalle suole di cuoio, sandali, decolleté dal disegno solo in apparenza classico.
Capi e accessori sono stati alleggeriti, in modo che i dettagli troppo ovvi non facciano parte dell’orizzonte creativo che questa sfilata traccia. Resta forte l’influenza del guardaroba maschile con intrusioni lussuose come il pitone opaco e sciarpe di seta che aiutano a rendere il tutto molto femminile.
Gaia Trussardi – già direttore creativo per le seconde linee Tru Trussardi e Trussardi Jeans ed artefice della loro unione stilistica sotto un'unica label (Tru Trussardi) – propone anche altri trend molto importanti, come i colori che non sono mai chiassosi e sempre tenui, le scarpe con il tacco alto ma in soluzioni che non destano nervosismi per l’equilibrio, senza dimenticare le jumpsuit con effetto laminato luccicante e i cappotti appoggiati alle spalle come morbide mantelle.
«La nuova gestione stilistica - fanno sapere dalla maison - nasce dalla volontà di rafforzare la continua evoluzione del brand e di accomunare tutte le collezioni sotto un'unica visione del lifestyle Trussardi, caratterizzato innanzitutto dalla pelle - interpretata attraverso gli accessori e declinata nell'abbigliamento - dalla continua ricerca e innovazione e da un fortissimo know-how costruito in oltre cento anni di storia».
Questa l'ispirazione della collezione Trussardi disegnata da Gaia Trussardi. Tra passato e presente, c'è tutto il futuro da raccontare.
Credits: © Courtesy of Trussardi Press Office
(di Rosalba Radica - del 2013-11-06) articolo visto 3687 volte
sponsor