L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

115° EDIZIONE FIERACAVALLI 2013: RECORD DI VISITE A VERONA

158mila spettatori per la manifestazione dedicata al mondo equestre

VERONA - Successo di presenze che confermano il crescente interesse per il più importante appuntamento internazionale per il settore equestre. Dal 7 al 10 novembre scorso a Verona si è svolta la Fieracavalli che dal 1898 propone una serie di eventi per tutti gli appassionati del genere: gare sportive internazionali come la Coppa del Mondo di salto ostacoli e attacchi, numerosi spettacoli equestri e tre sold out per il Gala d'Oro Opera.
IL BILANCIO DEL PRESIDENTE DI RIELLO E DI MANTOVANI - Grande soddisfazione per il presidente di Veronafiere, Ettore Riello che evidenzia i principali motivi del successo: «Malgrado la crisi, abbiamo registrato 2mila visitatori in più dell’anno scorso e Fieracavalli resta ancora una volta un appuntamento irrinunciabile per tutto il settore. I cavalli presenti sono stati 3mila, 500 in più del 2012 e la superficie dei campi per le gare sportive è aumentata del 35%. Merito di un format vincente e delle numerose novità di questa edizione 2013, come il debutto della tappa di Coppa del Mondo Driving e del circuito CSI 2*della FEI, della finale del Progetto Giovani 2013 della Fise, così come del ritorno delle Notti di Fieracavalli».
Positive anche le riflessioni sull'aumento delle presenze dall'estero. É il direttore genereale di Veronafiere, Giovanni Mantovani a spiegarlo: «Anche sul fronte dell’internazionalizzazione abbiamo ricevuto riscontri molto positivi, con buyer da 80 paesi e presenze significative da Israele, Macedonia, Croazia, Slovenia, Turchia, Repubblica Ceca, Svizzera, Romania, e per la prima volta, da Russia e Marocco. Anche l’attenzione dei media stranieri sulla manifestazione è aumentata, come testimoniano i 60 giornalisti esteri accreditati da più di 20 nazioni».
FIERACAVALLI IN NUMERI - Oltre 180 gli eventi per un totale di 20 ore al giorno di intrattenimento, 156.000 spettatori (20.000 stranieri da oltre 70 paesi) e 3.000 cavalli presenti. Significative anche le cifre che evidenziano una massiccia presenza di bambini tra i visitatori, ben 20.000 stimati che hanno potuto usufruire di un padiglione intero dove prendere parte a spettacoli ma anche a momenti ludico-didattici alla scoperta del cavallo. Oltre 300mila i metri quadrati del quartiere fieristico impiegato per l'appuntamento che ha portato ben 650 espositori provenienti da 24 nazioni tra le principali del mondo come Umbria Equitazione, Mascheroni, Comancheros, Equiline, Lorenzini, Rinco Impianti Ippici, Tucci, Selleria Gianetti e Podium. 300 invece gli atleti impegnati nell'appuntamento consueto con il salto ostacoli internazionale grazie alla Longines FEI World Cup™ e per la prima volta Driving FEI World Cup™, Coppa del Mondo di Attacchi.
PICCOLE STAR E SPETTACOLI PER TUTTE LE ETÁ - Diversi gli appuntamenti all'interno della manifestazione. Il Villaggio del Bambino ovvero uno spazio ludicodidattico che accompagna i ragazzini alla scoperta del mondo equestre con il “battesimo della sella”, le attività della Fattoria Sociale, lo stand del Parco Natura Viva e l’iniziativa “Un Cavallo per amico”, dedicata alle scuole primarie del comune e della provincia di Verona. Grande attenzione anche all’ippoterapia, grazie alle dimostrazioni pratiche della campionessa di Volteggio Anna Cavallaro e dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie. Sabato e domenica graditissima la visita di Peppa Pig, protagonista della fortunata serie di cartoni animati.
Il Westernshow ha portato un pò di vecchio west con gare di monta americana come il circuito di Barrel Racing, le performance di Team Penning e di reining freestyle. Per i giovani cowboy under 17 c'è stato il primo campionato Europeo Pony Western mentre all'interno del Saloon di Fieracavalli corsi gratuiti di balli country.
Divertimento fino a sera con le “notti di Fieracavalli”, eventi folkloristici del Villaggio delle Tradizioni, spettacoli del PalaFiera e le gare di line dance al Saloon di Fieracavalli, con le musiche dei migliori dj mentre tra gli ospiti più graditi c'è stata la presenza di Charlie, il cavallo più piccolo del mondo, alla sua prima apparizione pubblica dopo il rapimento dello scorso settembre a Città di Castello e diventato il porta fortuna di Fieracavalli.
Spettacolo clou è stato quello delle tre serate del Gala d’Oro Opera! (che ha registrato sempre il tutto esaurito) con la regia di Antonio Giarola con saggi di volteggio e dressage, virtuosismi tecnici, caroselli e coreografie fanno da cornice alla star dello show, Lorenzo, il “cavaliere volante”. In occasione dei cento anni della Fondazione Arena di Verona, ci sono statia anche due omaggi a Verdi e Wagner, nel bicentenario della loro nascita.
LE COMPETIZIONI PRESENTI - Negli 11 ring di gara e 3 di prova il tutto su ben 29mila metri quadrati di superficie la Fieracavalli ha ospitato diverse gare come l’unica tappa italiana della Coppa del Mondo di salto ostacoli e i suoi protagonisti, tra cui ben otto cavalieri della top ten mondiale (Longines Ranking List FEI): il britannico Ben Maher, numero 1 del Ranking, e lo svizzero Campione Olimpico in carica Steve Guerdat mentre tra gli azzurri a gareggiare sono stati Luca Moneta, arrivato secondo la scorsa edizione. Altra competizione è stata quella del Driving FEI World Cup™, con i campioni del mondo degli Attacchi con la presenza dell’azzurro Carlo Mascheroni e l’australiano Boyd Exell, campione del mondo in carica e quattro volte vincitore della Finale della Driving FEI World Cup™.
Altro concorso presente è stato il CSI-AM del circuito FISE e la 38a edizione della Coppa delle Regioni Under 21, uno degli storici appuntamenti del calendario FISE, che vede sfidarsi sul filo dei secondi i cavalieri di domani. Per i più giovani invece segnaliamo il 26° Concorso Nazionale Pony con le promesse del Salto ostacoli italiano, e la finale del Progetto Giovani 2013 del circuito FISE che ha visto gareggiare 80 cavalieri sfidarsi in prove di stile e gare miste con barrage consecutivo. Spazion anche al Campionato Europeo di Morfologia affiliato ECAHO e al III Gran Premio Fieracavalli per le razze arabe oltre che al Derby amatoriale di Attacchi, organizzato dal Gruppo Italiano Attacchi e al circuito di Barrel Racing, Pole Bending e il primo Campionato Europeo Pony Western a cura del WSGA (Western Speed Game Association), dove i giovani cavalieri, dai 5 ai 17 anni, si sfidano in gare di velocità e gimkane per conquistare il titolo europeo.
VOCI AUTOREVOLI SULL'EVENTO - Alla Fiera è intervenuto il ministro alle Politiche agricole, alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo che ha sottolineato l'importanza della manifestazione oltre che l'impegno del Parlamento per sbloccare alcuni fondi destinati all’ippica: «Fieracavalli è un momento di incontro fondamentale per un settore che deve essere rilanciato come quello legato al mondo del cavallo. Dal 2014 potremo investire sul suo futuro per cominciare a correre verso un traguardo migliore. Nel 2012 abbiamo fatto il possibile per sbloccare alcuni fondi per l’ippica e ci siamo impegnati per alleggerire e semplificare ogni procedura. Nonostante la crisi il comparto ha tenuto. Tanto si deve fare e tanto farà anche il Parlamento con una proposta di legge che vuole regolamentare finalmente un mondo così importante che può diventare uno sport nazionale, non dico come il calcio, ma quasi».
Al taglio del nastro, con il saluto del picchetto del Corpo forestale dello Stato, hanno partecipato anche il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, l’assessore all’Istruzione della Regione Veneto, Elena Donazzan, il sindaco di Verona, Flavio Tosi, l’On. Gianni Dal Moro, il presidente della Provincia di Verona, Giovanni Miozzi, il prefetto di Verona, Perla Stancari, il presidente di Veronafiere, Ettore Riello e il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani.
Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha puntualizzato su alcuni importanti numeri sulla produzione dei cavalli: «Abbiamo 350mila cavalli in Italia, 12mila allevamenti e il Veneto è il sesto produttore nazionale con 12mila esemplari e 3.500 allevamenti. Non dimentichiamo che questo è un comparto che fattura 10 miliardi di euro e con l’equiturismo arriva a quasi 20 miliardi di euro di indotto».
Il primo cittadino di Verona, Flavio Tosi, ha ricordato come sia la manifestazione internazionale del settore più importante come confermano le cifre: «Fieracavalli è la più importante manifestazione internazionale del settore, con più di 150mila visitatori ogni anno. Quattro giorni durante i quali la fiera e l’intera città di Verona si trasformano nel più grande palcoscenico del mondo equestre e dove, alle iniziative dedicate agli addetti del settore, vengono affiancate quelle per famiglie e bambini».
Inseriamo tra gli interventi quello di Luca Moneta, fiore all’occhiello della nazionale italiana di salto ostacoli che ha parlato dell'importanza del rapporto tra uomo e cavallo e del suo approccio nell'addestramento per una maggiore attenzione al benessere dell'animale: «Bisogna dar loro fiducia, comprensione, collaborazione, questo è il mio vero segreto. Il risultato che ho ottenuto a Verona lo scorso anno è proprio frutto dell’affinità elettiva di cui recita la campagna di Fieracavalli; l’intesa che si è creata tra me e il mio cavallo mi ha permesso di ottenere il secondo posto l’anno scorso in finale di Jumping Verona e spero che mi porti quest’anno a raggiungere un risultato ancora più importante».
[Si ringrazia Elisabetta Giannini per la collaborazione ed il materiale fotografico]
(di Alessandro Gulizia - del 2013-11-14) articolo visto 4871 volte
sponsor