L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

IL SOGNO TOSCANO DI LEO BONI, A VOLTERRA

Virtuosimi e personalità performative nel Duo gypsy jazz, blues, folk

VOLTERRA (PI) - Calde atmosfere cadenzate da vibranti strumenti a corda: le profonde cromie del gypsy swing di Django Reinhardt, l’avventura musicale che saldò l'antica tradizione zingara dei manouche al jazz americano, ma anche rimandi blues e brani originali di Leo Boni e di Serena Moroni, animano il surrealismo melodico di “Sogno Toscano”: l’ultimo disco di Leo Boni in presentazione live, venerdì 13 dicembre 2013, ore 22, all’osteria e caffè culturale dei Fornelli a Volterra (PI).
I curatori dell’iniziativa, ci presentano l’evento come un divertente viaggio nella Toscana onirica dipinta di Louis Armstrong e Django Reinhardt attraverso il virtuosismo dei due musicisti, e nell’impatto visivo di uno spettacolo “appassionato, coinvolgente e dall'energia inconfondibile, nella serata ad ingresso libero (consumazione obbligatoria), organizzata dal titolare della location Carlo Bigazzi, in collaborazione con Volterra Jazz.
Ed ora, con Elena Capone collaboratrice dell’Ufficio Stampa, conosciamo meglio i musicisti protagonista della serata: Leo Boni, chitarrista e cantante italo-americano, è stato premiato con la "Weepin' Willie All Star" come migliore blues band di Boston, dopo molti anni di attività musicale nel nord-est degli USA. Eclettico e versatile, si distingue per la formazione blues, dalla lunga esperienza statunitense, le radici profondamente solide che affondano nella tradizione toscana e l’amore per la musica degli zingari manouche dell’Alsazia: questi fattori, e “la sua voce calda e particolare, danno vita ad un sound unico”.
Negli ultimi anni ha esercitato una sorprendente tecnica virtuosistica al contempo espressiva e personale, sia nella chitarra acustica che nell'elettrica, uno stile che lo rende unico nelle sue performance. Molte le collaborazioni con artisti americani e non: Nicola Vernuccio, Nico (Violet Eves), James Thompson, Eric “Two Scoops” Moore, Gianna Cerchier & Dixie Jam, Jambalaya Band. È salito sui palchi più importanti d'Italia ed Europa: Nave Blues, Summertime Blues Festival, Folkfest, Pistoia Blues, Farm Aid, Festival de Jazz Django Reinhardt, 1°Festival Internazionale jazz Manouche, etc. In particolare, l'estate del 2006 lo ha visto protagonista al fianco dei suoi preferiti Sax Gordon, con la chitarra elettrica, e Maurizio Geri, con la chitarra acustica, su palchi di grossi festival europei come “Blues'n'Jazz Rapperswill”. In sfrenate jam session di spirito e passione, ha suonato accanto ai suoi guitar heroes Zingari Manouche: Tchavolo Shmitt, Moreno, Stochelo Rosemberg, Dorado Shmitt.
Passando a Serena Moroni, nata a Firenze, è laureata in Violino al Conservatorio Cherubini della città. Studia e frequenta masterclass con grandi professionisti internazionali. Sin dall'età di sedici anni si appassiona al rock, al jazz, ed al folk, cominciando così ad affiancare alla carriera classica anche quella di musica leggera e jazz. Studia violino jazz a Parigi con importanti violisti del panorama jazz-manouche come Pierre Blanchard, Costel Nitescu e, in Italia, con Ruben Chaviano.
Da anni si esibisce in concerti sulla scena nazionale e internazionale in Orchestre di rilievo e in premiati progetti personali in ambito gypsy jazz, tango, electro-swing-balkan, pop-rock: Orchestra dell'Accademia del Teatro alla Scala, Orchestra dell'Accademia Mozart, Orchestra PratoEnsemble, tournée 2009-2010 di Renato Zero, Orchestra Italiana del Cinema, Tournée a Pechino, Orchestra del Festival Pucciniano, ecc. Violinista di "Che! Tango project" (con Daniel Chazarreta, chitarrista di Vinicio Capossela), "Note Noire" gypsy jazz, Tango Ensemble Hyperion; "Global kan kan" balkan-electro swing(support band Balkan Beat Box Auditorium Flog, Firenze 2012), "La cattiva strada" con Riccardo Mori ( chitarrista acustico di Vasco Rossi). Serena Moroni è violinista dello spettacolo di tango-teatro-cabaret "Tango Tempo Fa"; dello spettacolo di danza verticale "Les Amants du ciel" (compagnia mattatoio Sospeso).Violinista nelle musiche del film "Hit Road nonna" di Duccio Chiarini e della Scena Muta per "Tributo ai Radiohead".
Un appuntamento da non perdere e per chi volesse nuove informazioni tavoli: Caffè dei Fornelli, Piazzetta dei Fornelli 3-4, tel. 0588 80596, caffedeifornelli@virgilio.it, www.caffedeifornelli.it/.
(di Maurizio Piccirillo - del 2013-12-14) articolo visto 3570 volte
sponsor