L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Sanremo 2014 - !° serata

SANREMO, INIZIA IL FESTIVAL

Cronistoria della prima puntata

È partito il Festival della Canzone Italiana edizione 2014 con Fabio Fazio e Luciana Litizzetto che si riconfermano come presentatori. Lo spettacolo si apre in diretta su Rai1 dalle 20,40 e si protrarrà fino al 22 febbraio, ma non si può dire che finora c'è stata grande attesa, sia per i personaggi invitati, veramente pochi, sia per le vicende politiche di questi ultimi giorni che sono state più interessanti degli spettacoli televisivi.

Ma gli autori hanno previsto una partenza in "quinta" per questa edizione visto che la prima serata sarà davvero ricca di ospiti e si augurano che questa predizione si avveri. Il Festival, giunto alla 64^ edizione, inizia però portando i problemi dell'Italia in primo piano, perchè dalle transenne del teatro Ariston due spettatori minacciano di lanciarsi nel vuoto, se Fazio non legge la loro lettera. Sono due precari dipendenti del Consorzio del bacino di Napoli e Caserta che urlano: - Vogliamo essere ascoltati. Non possiamo più mangiare.

Il presentatore tiene la loro lettera in mano e la leggerà poi, mentre vengono convinti a scendere e portati in questura per l'identificazione. In precedenza Grillo aveva minacciato provocazioni, ma si limita ad una conferenza stampa con tanti giornalisti, davanti all'Ariston, più che altro un monologo, dove spara su Renzi e la politica.

Fazio riesce a riprendere il filo del discorso, dopo che anche il sipario, che rappresenta un palazzo rinascimentale, si inceppa e non si alza. - Cominciamo bene - dice il presentatore che porta il discorso sulla bellezza che deve andare a braccetto con la sicurezza e va avanti ricordando De Andrè del quale ricorre l'anniversario della nascita. Sul palco chiama Dori Ghezzi, la vedova del cantautore che ha segnato un'epoca e del quale si ricorda una canzone Creuza de ma. Risuonano le sue note malinconiche interpretate da Ligabue e si ritorna alla musica.

Fazio manda la pubblicità e dopo entra in scena Lucianina Litizzetto con un costume da Crazy Horse con tanti ballerini e legge una lettera dove ironizza sul conduttore, sui cantanti, sul sindaco e sul Papa.

INIZIA LA GARA - La prima a scendere in campo è Arisa che canta "Lentamente" e "Controvento". Intanto è arrivato Tito Stagno che fu il telecronista del primo sbarco degli astronauti terrestri sulla luna. Una notte memorabile per milioni di italiani, che si inchiodarono a una telecronaca con pochissime immagini. Era il 19/20 luglio del 1969.

Il giornalista porta il verdetto e passa il turno la seconda canzone col 64? dei voti. Quest'anno i cantanti presentano due pezzi e di queste solo uno va avanti e decidono il televoto e la votazione della sala stampa.

Arriva subito il secondo big della serata, che è di Torino, come sottolinea con orgoglio la Littizzetto ("un figone"): Frankie Hi NRG. Tra le sue due scelte da Frankie vince Pedala, un rap molto suggestivo, anche se rievoca motivi già noti. Le tuffatrici, Tania Cagnotto e Francesca Dallapé, leggono il verdetto del quarantacinquenne rapper di Torino.

È il momento di Laetitia Castà che si alterna a Fazio nel cantare pezzi italiani e francesi, come "Meraviglioso" e fa "ingelosire" la Litizzetto che si sostituisce all'attrice, che si esibisce in Silvano di Enzo Jannacci accompagnata al piano dal figlio Paolo. Nella performance Fazio indossa un impermeabile chiaro che alla fine riconsegna al figlio del cantautore visibilmente emozionato.

Dopo la pubblicità cantano Antonella Ruggiero, con "Quando balliamo" e "Da Lontano". Amaurys Pérez annuncia la canzone vincitrice, "Da Lontano". Cambiamo marcia, si passa a Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots. La prima canzone è "Tanto ci sei", poi "Liberi o no". Arriva sul palco Luigi Naldini, ricercatore di terapie geniche e elegge il brano, "Liberi o no". Eliminata "Tanto ci sei".

A questo punto Fazio presenta Raffaella Carrà, un'icona della televisione italiana che canta e balla con un corpo di ballo "Fun fun fun" e "Ciao Ciao". Dopo il suo appello per la liberazione dei marò, ormai trattenuti da oltre due anni in India, si passa a un'intervista che culmina nell'arrivo di Luciana Littizzetto con una parrucca bionda e il vestito fotocopia di Raffaella Carrà e sulla base di "Rumore" e "Fatalità" si chiude il siparietto.

È il momento di Cristiano De Andrè e la bellissima Cristiana Capotondi assegna la vittoria alla canzone Il cielo è vuoto, mentre perde Invisibili, la sua preferita. Arrivano i Perturbazione, penultimi in gara stasera. Vince L'Unica col 74%. La riascolteremo giovedì, assieme alle altre canzoni che hanno vinto stasera. Il verdetto lo porta Gramellini scrittore e giornalista della Stampa il quale legge il suo editoriale che apparirà sul quotidiano di Torino. Ovviamente dedicato a Sanremo. E' bello come sono di solite le cose di Gramellini.

A mezzanotte arriva il momento di Cat Stevens, uno dei grandi ospiti internazionali, e sale sul palco con la chitarra al collo. La sua prima canzone è un classico dei Beatles, All you need is love. La voce dolcissima ottiene un'ovazione dall'Ariston. Fazio ripercorre la strada di questo cantante che negli anni ottanta si convertì all'Islam e gli chiede cosa dovrebbe unificare le religioni: "Peace and love" è la risposta da "figlio dei fiori".

Ci fa ascoltare un'altra canzone famosa prima di lasciare Sanremo: Father and son, un altro ritorno a un passato in cui sono concentrate le speranze di padri e figli insieme, sia pure attraverso mille contrasti generazionali. Cat Stevens non ha più inciso nulla per vent'anni e solo grazie a uno dei suoi figli che gli ha regalato una chitarra ha ripreso a suonare e questo fatto comunica grande emozione. L'ultima cantante in gara di stasera è Giusy Ferreri.

Ma prima la Litizzetto ricorda Freak Antony, il cantante degli Skiantos morto da pochi giorni. La sua frase più nota: "La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo". Poi la Ferreri canta a mezzanotte e venti e Luciana si scusa con lei per lo "sforamento". Delle canzoni di Giusy vince Ti porto a cena con te. La cantante siciliana è contenta della scelta. Quasi all'una di notte parte il dopo-festival. Ma questa è un'altra storia. Di chi domattina non deve andare a lavorare.

Foto fonte sito ufficiale Festival di Sanremo: https://www.sanremo.rai.it
(di Adina Verì - del 2014-02-19) articolo visto 4183 volte
sponsor