L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Sanremo 2014 - 2° serata

SANREMO 2014 SECONDA PUNTATA

La cronistoria continua

Siamo di nuovo qui. Fabio Fazio e Luciana Litizzetto riprendono il filo lasciato la sera precedente e avviano la seconda puntata che va in onda su Raiuno il 19 febbraio. Si parte con personaggi che appartengono alla storia della televisione, proprio nell'anniversario dei 60 anni di mamma Rai.

In scena le gemelle Kessler che si esibiscono nel balletto Quelli belli come noi, rendendo omaggio alla Rai e al Festival per la prima volta. Ci propongono uno dei loro stacchetti in perfetto stile Kessler, vestite tutte di paillettes , ballano quasi disinvolte alla faccia dei quasi 80 anni e inserendo nella coreografia la Litizzetto.

Le immagini del maestro Manzi introducono la serata. Nell'epoca in cui l'analfabetismo in Italia era al 12,9%, egli ha insegnato l’italiano, dagli schermi della neonata televisione italiana, contribuendo all'istruzione e all’unione linguistica del Paese, dove i dialetti la facevano da padroni.

Claudio Santamaria legge una magnifica lettera di Alberto Manzi dalla straordinaria attualità etica. L’attore veste i panni del celebre maestro della tv in una fiction prodotta dalla Rai e che andrà in onda nei prossimi giorni. Poi, Fabio Fazio puntualizza, riferendosi al tentato suicidio di ieri, che il Festival è solo un gioco popolare e vogliamo che rimanga tale.

Inizia la gara canora con Francesco Renga che propone, come tutti, due pezzi, dei quali va avanti Vivendo adesso; il risultato è comunicato dalle gemelle Kessler. Dopo di lui tocca a Noemi, una delle favorite, e poi tutti gli altri big, ma il festival stasera non decolla. Forse perchè la prima puntata è sempre attesa per scoprire le novità dell'edizione, ma, una volta svelate, non sempre fanno presa sul pubblico e non rendono appetibile uno spettacolo. Ecco perchè la seconda puntata ha sempre uno share ridotto.

La gara si interrompe perchè arriva Franca Valeri che duetta efficacemete con la Littizzetto nell'ormai storica telefonata alla mamma. E Fazio annuncia che a 94 anni a luglio debutterà a Spoleto con una sua commedia. Continua la competizione con Ron.

Ma ad un certo punto Fabio Fazio con entusiasmo introduce un'icona della canzone italiana, che piace a tutte le età, senza distinzione tra sessi, il mitico Claudio Baglioni. Passando da uno strumento all'altro, pianoforte, chitarra, tastiera, canta i brani che lo hanno reso celebre: Questo piccolo grande amore, E tu, Avrai, Mille giorni di te e di me. Ovazione del pubblico che si alza in piedi per omaggiarlo, anche perchè mancava su quel palco dal 1985, anno in cui prese un premio per Questo piccolo grande amore.

E dopo aver spiegato come sarà il prossimo tour canta il pezzo che gli dà il nome, Con voi. Sicuramente in ogni casa e al teatro Ariston molti avranno intonato a squarciagola, insieme a lui, le canzoni che per ognuno sono legate a momenti più o meno speciali della propria vita. Continua la gara con Riccardo Sinigallia, Francesco Sarcina.

Ora le canzoni finaliste ci sono tutte. Con le esibizioni della seconda serata si è completato il quadro. Ieri sera sono passate Vivendo adesso di Francesco Renga; Così lontano di Giuliano Palma; Bagnati dal sole di Noemi; Ora di Renzo Rubino; Sing in the rain di Ron; Prima di andare via di Riccardo Sinigallia; Nel tuo sorriso Francesco Sarcina. Si aggiungono a quelle selezionate martedì: Controvento per Arisa; Pedala per Frankie hi-nrg mc; Da lontano di Antonella Ruggiero; Liberi o no della coppia Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots; Il cielo è vuoto di Cristiano De Andrè; L'Unica dei Perturbazione; Ti porto a cena con me di Giusy Ferreri.

La presenza più sorprendente di una serata un po' troppo lenta è quella di Veronica Angeloni, altissima capitana della nazionale di pallavolo. Il super ospite straniero, Rufus Wainwright presenta due brani, uno proprio, ”Cigarette and Chocolate Milk”, e poi “Across The Universe” meraviglia della musica che si deve ai Beatles. Con disarmante naturalezza e semplicità, ha raccontato di quanto sia stato difficile essere completamente se stesso per vivere alla luce del giorno la sua omosessualità. È un pianista talentuoso e chitarrista e ha iniziato la sua carriera con la gavetta nei club di Montreal, la città canadese dove ha vissuto a lungo. Nei concerti spesso si accompagna al piano regalando al pubblico le sue interpretazioni più emozionanti.

Soltanto a notte inoltrata l'esordio delle Nuove Proposte: i primi quattro in gara sono Diodato, Filippo Graziani, Bianca e Zibba. I primi due finalisti sono Diodato e Zibba. Ma le Nuove proposte saranno ripresentate tutte e otto nella finalissima di sabato sera. La serata si chiude con Fabio Fazio in pigiama e la Litizzetto stupita, ma quell'ora, molto dopo la mezzanotte, chi è rimasto in poltrona a guardare il festival ha la stessa espressione, per essere riuscito ad arrivare con gli occhi aperti al termine della gara.

Foto fonte sito ufficiale Festival di Sanremo: https://www.sanremo.rai.it
(di Adina Verì - del 2014-02-20) articolo visto 4219 volte
sponsor