L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Pianeta Marte

MARZIANI BATTETE UN COLPO STIAMO ARRIVANDO

Nulla di finito, nemmeno l'intero mondo, può soddisfare l'animo umano che sente il bisogno dell'eterno. Soren Kierkegaard

Nulla di finito, nemmeno l'intero mondo, può soddisfare l'animo umano che sente il bisogno dell'eterno. Soren Kierkegaard.

LA MISSIONE MARS ONE: I NUOVI PIONIERI - Mars One è un’idea del 2010 del ricercatore olandese Bas Lansdorp e dal fisico Premio Nobel Gerard ‘t Hooft, Scopo di questo progetto è realizzare una colonia permanente su Marte. Il bisogno di raggiungere nuove frontiere e quello di realizzare un sogno narcisistico quale essere il primo in qualcosa non è un argomento solo di oggi è vecchio quanto il mondo. Oggi si declina con la conquista dello spazio. Questo chiodo fisso della conquista di Marte pianeta simbolicamente virile, Marte è il dio della guerra,è antico .Inizia con i racconti di fantascienza sui marziani degli anni 30 del novecento seguito da film, che parlano di "omini verdi" ora invasori della Terra ora saggi fratelli che portano innovazioni come nuovi Prometeo.

Chi pensò per primo di andare su Marte fu nel Von Braun, colui che riuscì a realizzare il progetto dello sbarco umano sulla Luna. Buon ultimo, nel senso di tempo, è il libro dell’astronauta Buzz Aldrin, che camminò sulla Luna nel 1969, che spiega perché dobbiamo andare su Marte: è l'unico pianeta in cui, è possibile arrivare. L’avventura per raggiungere Marte è molto rischiosa; ci sono problemi legati alla durata, sei mesi,dovuti alla esposizione alle radiazioni cosmiche. Noi terrestri siamo protetti da queste radiazioni dal campo magnetico che riduce la sua azione a una certa distanza dalla terra. Inoltre va considerato il rischio atterraggio e la sopravvivenza per ora non sicura.

COME È STRUTTURATO IL VIAGGIO - Le tappe del progetto prevedono entro il 2016 il lancio di un satellite con sonda per raccogliere documentazione sulle condizioni della superficie per individuare il posto migliore per fare la comunità, pianeggiante e con riserve d’acqua. Seguirà l’invio, sempre sul pianeta rosso, di 2 tonnellate e mezzo di cibo. Nel 2018 un primo veicolo, senza umani a bordo, per sondare le possibilità di fare una comunità e nel 2022 il primo lancio di un gruppo di persone, che arriverà su Marte l’anno dopo. Come ultimo step nel 2025 è previsto un secondo lancio con un altro gruppo di partecipanti, che porterà a quota 20 il numero di terrestri abitanti sul pianeta. Per ora questo progetto prevede il viaggio di sola andata.

La colonizzazione dello spazio sembra un progetto di pura fantasia, ma sino ad oggi( marzo 2014) ho coinvolto più di 200000 mila volontari di tutta la terra, 50 gli italiani interessati. A dicembre 2013 si è tenuto il primo test di selezione, che ha portato il numero degli aspiranti a 1.058 (586 uomini e 472 donne), tra di essi 12 italiani. Per aderire a Mars One occorre iscriversi, la quota è variabile, da 5 a 75 dollari a seconda del Paese di provenienza, per l'Italia l'importo è 26 dollari. I criteri usati per scegliere i candidati migliori per questo progetto hanno considerato “adattabilità, curiosità, capacità di fidarsi e creatività.

Chi è interessato a questo progetto, può collegarsi al sito https://community.mars-one.com/ALL/18/82/IT/ALL/P40 .

La quantità di persone e di soldi che si stanno impiegando in questo progetto, evidenziano come sia alta la convinzione che sia possibile inviare a far vivere delle persone terrestri in modo permanente su un altro pianeta, in questo caso Marte. Proprio a causa dei costi elevati i progettisti hanno pensato al solo viaggio di andata, per inviare i primi 4 astronauti si sono ipotizzati 5 miliardi di euro. Per ottenere fondi in modo permanente il team olandese di Landsdorp ha pensato di trasformare il viaggio nello spazio in un reality show, a pagamento lungo 10 anni basato prima sul processo di selezione e poi sull'allenamento dei prescelti, sarà il pubblico a decidere quali saranno i-le 4 astronauti-e da inviare su Marte. Inoltre i progettisti stanno cercando di realizzare una rete di sponsor privati sia per operazioni di crowdfunding, tramite il sito indegogo.com sia per la cessione dei diritti televisivi.

Sino ad oggi le imprese che hanno aderito alla missione extraterrestre, Mars One sono l’importane industria aerospaziale Lockheed Martin e l’azienda leader nella tecnologia satellitare Surrey Satellite Technology. Questo viaggio anche se presentato come un reality ha molti margini di rischio, comunque i candidati che hanno aderito non si dichiarano preoccupati. Nessuno tra loro,dice di aver paura di morire, anzi per alcuni sopravvivere anche pochi anni è considerato un successo un'esperienza che sarà ricordata da tutti, un modo per passare alla storia per diventare paradossalmente immortali. Le motivazioni che hanno spinto queste persone a partecipare a Mars One sono rintracciabili sul sito, qui, chi fosse interessato potrà leggere quelle degli italiani.

ASTRONAUTI CON JUDICIO, PER I MENO TEMERARI - Se l’interesse per il pianeta rosso l’avventura è solo ludico e non è uno stile di vita, allora c’è la soluzione del miliardario Dennis. Nel 2018 questo ricco statunitense, che già ha speso nel 2001, 20 milioni di dollari, per fare un viaggio con la russa Soyuz fino alla Stazione Spaziale Internazionale, proporrà un viaggio, per due passeggeri fino a Marte, farà qualche giro attorno al Pianeta Rosso e tornerà indietro. Poiché il viaggio durerà mesi, sarà un moderno giro del mondo in barca a vela senza scalo, i passeggeri dovranno essere coppie affiatate, anche sposate da anni.
Foto fonte: unita.it e culture.you-ng.it
(di Carlo Baratta - del 2014-03-11) articolo visto 4654 volte

sponsor