L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Andrea Incontri

ANDREA INCONTRI’S URBAN APPROACH

#MFW Fall 2014: L’urbanwear colto firmato Andrea Incontri

Andrea Incontri manda in passerella una stagione contemporanea ispirata alle grandi metropoli, tra coat disseminati di tasche e abiti patchwork realizzati in lana plastificata. «Le mie sono donne che nella loro intelligenza riflettono la velocità di questi ambienti. E devono essere gli abiti a raccontarle, non viceversa», ha spiegato lo stilista nel backstage della collezione. Luoghi dove il caos metropolitano trova il suo ordine con un’attitude colta e raffinata. Sono città come Tokyo, New York e Milano, ad accogliere la donna di Incontri per l’autunno – inverno 2014.15. Un riferimento non casuale, per un designer che nasce come architetto.

Il punto di partenza è l’abbigliamento workwear che si prefigge di nobilitare come una vera missione. I coat in lana sono cosparsi da maxi-tasche, che si trasformano in orpelli decorativi anche negli abiti innestati in verticale di visone rosa pallido. Le giacche si accorciano, sono cropped e da indossare su culotte a vita alta, gonne fintamente a pieghe e pants bordati di pelliccia, in una palette che esplora le tonalità del fango, del grigio e del muschio.

I cappotti, nelle grisaglie rubate al guardaroba maschile, sono plastificati e ultrashining, gli abiti percorsi da macro zip hanno maniche in maglia rubate alla calzetteria maschile, le cui nervature delineano con un piglio geometrico casti golfini e morbide skirt al ginocchio.

Linee rigorose e silhouette nette per cappotti e giacche in lane preziose, dove le tasche non sono più contenitore, ma elemento decorativo multiplo, come in un trompe-l’oeil tridimensionale. La severità è spezzata da un’incursione verticale di pelliccia, puramente decorativa.

E naturalmente Incontri gioca con i materiali per creare accattivanti effetti ottici come maglia trompe-l’oeil che sembra plissettata, profili disegnati da applicazioni scintillanti e pom-pon di pelliccia che si trasformano in fiori sul abiti affusolati di velluto devoré.

Irresistibile la nuova it bag Circuit, nuovo gioiellino di una collezione di pelletteria in continua crescita. I bordi sono in lucertola o pitone e la chiusura in metallo. Sandali dai profili a contrasto e scarpe décolleté bicolore con lacci e bordature accompagnano i piedi nella dimensione seduttiva.

C'è il fango inevitabile delle città, qualche ramo colorato, esile e solitaria applicazione urbana. Andrea Incontri ama le grandi metropoli, ama Tokyo e la moda di Yamamoto, e si vede, ma ama la personalità femminile che fa della moda una propria scelta. Il ruolo di funzionalità resetta e si reinventa con l'estetica pura. Si tratta di una nuova forma di vanità che nasce da una chiara consapevolezza di sé. Andrea Incontri continua a crescere, regalando una moda colta, garbata ma non fintamente cerebrale.

Credits: © Courtesy of Andrea Incontri Press Office
(di Rosalba Radica - del 2014-03-15) articolo visto 4551 volte

sponsor