L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Mostra Michelangelo a Roma

MICHELANGELO IN MOSTRA A ROMA

Musei Capitolini: dal 28 maggio al 14 settembre 2014

ROMA - Disegni, dipinti, sculture e modelli architettonici. Fanno capolino ad un artista che festeggia quest'anno i 450 anni dalla fondazione della sua Accademia, nella quale artisti di fama mondiale, dal Tintoretto al Palladio al Tiziano, ne ricevono la formazione, conservando in primo luogo le opere del grande maestro Buonarroti, nonché la tutela delle stesse. Entrato poco più che tredicenne, contro il volere dello stesso padre, nella bottega del Ghirlandaio, iniziò sin da subito la sua talentuosa formazione, nella copia di opere classiche, esaltando a sua volta figure come quelle del Masaccio e di Giotto;

Considerato da molti il massimo esponente del Rinascimento, catturò tutti con il suo virtuosismo estremo, nelle posizioni eccelse degli scorci, nelle figure anatomiche dai dettagli minuziosi ed eccelsi, mostrando le sue straordinarie capacità e attitudini particolari per l'attività Artistica, riuscendo ad esprimere Opere di grandezza e tragicità insieme.

Lo stesso Lorenzo il Magnifico, lo accolse come un figlio, estasiato da tanta maestria, introducendolo non solo negli ambienti letterati ed Umanistici, presso l'Accademia Platonica, ma anche aprendogli le porte delle stanze in cui venivano conservati i suoi grandi reperti antiquari, in cui i fondamentali elementi stilistici, si fonderanno in una grande consapevolezza culturale, conducendolo ad un repertorio di motivi da imitare e rielaborare fino alla perfezione assoluta.

L'unità di immagini, in cui si fondono Antico e Mito, passione ed espressione, portano allo studio di figure spesso severe, solenni, che mirano ad una monumentalità e ad una suggestione classica.

Alla continua ricerca di un dinamismo nelle figure, nel compenetrarsi di un indissolubile realismo, egli ci mostra la sintesi estrema del suo pensiero nella scultura, come possiamo notare nel DAVID (1501/04) in marmo o, nel BACCO (1496/97) o la PIETA'(1497/99) in cui l'Apoteosi della resa Naturalistica viene meno soltanto ad effetti illusivi e tattili, allora inimitabili, che condurranno i seguaci ad un continuo mutamento e perfezionamento dello stile michelangiolesco.

La sintesi concettuale, che ritroviamo poi in molti dei suoi appunti, scritti, presenti alla mostra, evidenziano come il corpo sia per Michelangelo Massa e Volume; un materiale legato alla gravità terrena. Una continua ricerca dell'ideale di perfezione dell'uomo come elemento della creazione divina, ed una profonda conoscenza di sé e del mondo.

La mostra documentaria, che vuole ripercorrere le fasi intellettuali dell'artista, pone a confronto disegni, progetti, opere scritte e architettoniche di un erudito quale fu il Buonarroti, presentando al pubblico, anche tutta una serie di scritti e poesie autografate.

Per ammirare dunque, il percorso e lo studio, di ciò che oggi possono valorizzare enormemente questo grande esponente dell'Arte, e ciò che fu l'emancipazione e la mimesi dei suoi studi i musei capitolini di Roma, offrono un assaggio esaustivo, dedicato a Michelangelo Buonarroti e ai 450 anni della sua morte (avvenuta nel 1564), che coincide con la fondazione dell'Accademia delle Arti e del Disegno. Da non perdere.

SCHEDA MOSTRA:

Musei Capitolini: dal 28 maggio al 14 settembre 2014

“Difficoltà di un artista in volo” - mostra aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle 20. Ingresso € 9.50.

Per ricevere informazioni: info.museicapitolini@comune.roma.it

MICHELANGELO E IL '900”:

  • Firenze dal 18/06/14 al 20/14 Casa Buonarroti

  • Modena dal 18/06/14 al 20/10/14 Galleria Civica


(di Stefania Di Francescantonio - del 2014-04-17) articolo visto 5126 volte
sponsor