L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
NBA 2014

PLAYOFF NBA: CACCIA AL TRONO DI MIAMI

Scatta la fase finale, attenzione alle squadre emergenti

ASPETTATIVE PRE-FINALS: Come ogni anno i campioni del basket NBA hanno regalato agli appassionati di questo sport una regular season che si arricchisce sempre più di spettacolo ed emozioni. Ma da oggi si inizia a fare sul serio. Sì perché dalle 18 e 30 ora italiana si entrerà nel vivo della stagione con i playoff decisivi. Il torneo da 82 partite che precede la fase finale e che stabilisce le 16 finaliste ha messo in chiaro come l'egemonia di Miami non sia più così indiscussa in un contesto in cui squadre emergenti come Oklahoma e Indiana, oltre alla sempreverde San Antonio, sono nelle piene possibilità di conquistare il titolo. Per non parlare di quel quartetto che va dalla terza alla sesta posizione composto da Clippers, Rockets, Trial-Blazers e Warriors che a ovest hanno dato spettacolo per larghi tratti di stagione.

GLI ACCOPPIAMENTI: Il criterio degli accoppiamenti adottato dall' NBA già da un pò di anni prevede che le prime della classe delle due conference sfidino le ultime classificate. Ed ecco quindi che i Pacers primi a est incroceranno ai quarti gli Hawks in una sfida senza pronostico che servirà ad Indiana come rodaggio per le fasi finali. A ovest invece primo turno per San Antonio potenzialmente pericoloso in una serie che sa di remake della finale di tre anni fa vinta da Dallas. Per il resto le sfide più affascinanti si assisteranno a ovest dove le qualificate alle finals sono tutte squadre potenzialmente da titolo o quasi, a differenza di una eastern conference che quest'anno ha vissuto di alti e bassi, vedendo qualificarsi ottava una squadra come Atlanta che ha chiuso la regular season con molto meno del 50% delle vittorie.

Gli Heat trovano Charlotte in una serie senza storie; le altre sfide invece, Raptors-Nets e Bulls-Wizards, saranno più equilibrate ma presumibilmente nessuna di queste quattro è all'altezza del titolo. Discorso diverso ad ovest dove le partite saranno più incerte e calde che mai. I Thunder del nuovo fenomeno mondiale Kevin Durant affrontano una Memphis che con un ottimo finale sono riusciti a qualificarsi battendo la concorrenza di Phoenix e piazzandosi davanti a Dallas. Il pronostico sembra essere scontato in favore di Oklahoma, ma la serie potrebbe regalare comunque spettacolo.

Arriviamo dunque alle sfide più interessanti di queste finals. Los Angeles da un pò di tempo ha un nuovo padrone: i Clippers. La squadra di Doc Rivers ha dato spettacolo per tutto l'anno con le schiacciate di Griffin e Jordan e gli assist di Paul, e nei quarti affronterà gli Warriors del mago Curry e dei nuovi talenti Thompson e Barnes. Serie quanto mai incerta ed affascinante che avrà il suo via domani alle 21 e 30 in casa Clippers. L'ultima sfida rimasta è quella che vedrà opporsi Houston e Portland con le due squadre che hanno chiuso la regular season con lo stesso record. Leggermente favoriti i Rockets del "barba" Harden.

ADDIO AI VECCHI TEMPI: L'ascesa di nuove squadre passa inevitabilmente attraverso il declino di altre. Ed è cosi che, dopo 68 anni, niente Knicks Celtics e Lakers nella postseason. I Lakers stanno vivendo la fine della gloriosa carriera di Kobe Bryiant e necessitano di tempo per riprendersi. I Knicks nonostante la rimonta finale guidata da Carmelo Anthony non sono riusciti a qualificarsi e per il prossimo anno puntano sull'esperienza di Phil Jackson per risollevarsi. Si aggiunge a questo terzetto Philadelphia che dopo l'era Iverson punta sul giovane fenomeno Michael Carter-Williams per ricominciare un nuovo ciclo.
(di Federico Durante - del 2014-04-19) articolo visto 4453 volte

sponsor