L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Chloé

NATURALEZZA FIRMATA CHLOÉ

#PFW: Chloé resta fedele al DNA del brand con toni delicati, forme morbide e naturale raffinatezza.

Clare Waight Keller, direttrice artistica della maison Chloé continua il suo percorso creativo e presenta una collezione ricca di energia e magnetismo. La sua estetica, dedicata a giovani ragazze spensierate, è quasi un simbolo di quell'eleganza sincrona tipicamente francese.

Sensuale e sofisticata la collezione parigina per il prossimo autunno – inverno celebra la naturalezza e la gestualità delle donne di oggi, il loro modo d'essere e di vestirsi: le gambe sono rigorosamente scoperte, il corpo invece è avvolto in abiti leggeri, culotte sopra il ginocchio, cappotti cocoon, caban over e lunghi abiti a colonna con spacchi.

La leggerezza, elemento che meglio di ogni altro può definire l’essenza di Chloé, non è mai stata paradossalmente legata a un senso della materia così organico. «Naturale e indomita, sono gli aggettivi usati dal direttore creativo Clare Waight Keller per descrivere la sua jeune femme.

La silhouette è dunque avvolgente e vaporosa o così aerea da scivolare sulle sete di camicie e dress percorsi da una moltitudine di pois candidi, da stampe geometriche e applicazioni metalliche.

Non mancano le pellicce che per Chloé si fanno soprattutto dettaglio e impreziosiscono i soprabiti grazie a tocchi di colore e stampe inaspettate, come l’animalier. Così, a cappotti destrutturati nelle tinte pastello si alternano in scena velli selvaggi caleidoscopici e frange tagliate a mano fluttuanti come piume.

La griffe francese ha deciso di portare in scena una collezione elegante e raffinata non discostandosi affatto dalle cifre stilistiche che l’hanno resa uno dei marchi più amati dalle fashioniste.Sessanta anni dopo la creazione della casa di moda da Gaby Aghion, i codici fondatori della maison sono ancora oggi rispettati.

A confermare la volontà del brand di proporre una collezione dal gusto bon ton è la scelta dei colori. La palette spazia dal bianco e nero grafico ai toni polverosi prevalentemente pastello come il giallo tenue, il celeste e il rosa (accostati alla perfezione a tinte autunnali come il rosso borgogna e il marrone cuoio) esaltando la femminilità degli abiti senza scadere in uno scontato romanticismo.

I materiali ascrivono cashmere, cotone, lana, nappa, seta, pelliccia, shearling, metallo, maglia, chiffon, georgette e piume.

Clutch oversize con zip manifestano tutto lo stile iperfemminile della griffe. Boots in pelle, cuissard in camoscio. Scarpe con cinturino in pitone o in pelle con grosse fibbie. Anche gli accessori occupano un posto rimarchevole in questa nuova linea.

Il recente rinnovo del contratto di Clare Waight Keller è la conferma di come la maison del gruppo Richemont abbia trovato con la designer una sua identità forte e precisa. Questa collezione ne è la prova. Ben calibrata, centrata e con una serie di pezzi facili da ricordare. E da indossare.

Credits: © Courtesy of Chloé Press Office.


(di Rosalba Radica - del 2014-05-06) articolo visto 4962 volte
sponsor