L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Issey Miyake

ISSEY MIYAKE READY TO WEAR FALL WINTER 2014 PARIS

#PFW: La natura di Miyake. Yoshiyuki Miyamae immagina un racconto poetico di forme e architetture immaginifiche

IsseyMiyake lancia il suo grido d’amore per una natura fantastica e sovrana, nella quale fondersi in una metamorfosi totale immaginando intorno meravigliose innovazioni.

Per la nuova collezione autunno – inverno il designer Yoshiyuki Miyamae si ispira alla bellezza delle foreste e al loro ritmo secolare. Si è immersi così in una “rythmatic forest”, dove la melodia altro non è che il ritmo scandito nel respiro degli alberi. È il bosco, con le sue forme fluide e la sua armonia, a divenire centro dello show. Il corpo perde progressivamente la sua fisicità per trasformarsi in corolla di fiore o tronco d’albero, in petalo d’orchidea o in una fronda ondeggiante.

Il plissé, etimologia del brand, realizzato con diverse tecniche avanguardistiche, è prevalentemente circolare, proprio come gli anelli dei tronchi. Dà sfogo a una tridimensionalità che è tutt’altro che artificiale.

Come è d’abitudine, lo show studiato da Yoshiyuki Miyamae inizia soft, con un’entrata in scena in penombra: le modelle dispiegano i loro abiti plissé da pochette piatte e li infilano sotto i flash. Sono capi “Ringed pleats”, realizzati in una nuova tecnica di plissé circolare fatto a mano. Sembrano dei pianeti colorati, che satellitano intorno a un corpo diventato spaziale.

La foresta immaginifica comincia a prendere forma. È rigogliosa, vi si stratificano abiti e giacche dalle fantasie a geometrie variabili, con tessuti diversi a confronto e materiali ibridi. Una resina sovrapposta, utilizzata anche per gli elementi in pelle, dà effetti a rilievo.

E poi si torna all’essenziale attraverso cappe e top realizzati in “steam stretch”, che segna una nuova tappa nella sua evoluzione: il filo elastico viene introdotto nella trama e nell’ordito e, sotto l’effetto del vapore, i volumi dei capi si gonfiano. In grigio, marrone, viola, nero o blu, l’effetto di una spirale optical, come quella degli anelli di crescita di un tronco tagliato, fa salire le emozioni in un crescendo che coinvolge il pubblico, con abiti di grandissimo impatto estetico.

La palette di colori rispecchia il corso naturale delle foglie, con tonalità calde di rosso, arancione, marrone e altre più fredde di blu scuro e ceruleo.

L'equilibrio di questa collezione, ispirata alla pulsazione ritmica della vita nella foresta, appare perfettamente allineata con l'abbigliamento ed ha portato al giovane designer una cascata di applausi.

È l’armonia della vita che nella sua circolarità perfetta racchiude i segreti più preziosi. E l’alta artigianalità di Issey Miyake è un ottimo strumento per raccontarne la storia.

Un gran finale, in cui la live music della "Spring Guitar" di Ei Wada e la voce limpida di Chiyako aggiungono sensazioni. Le forme e le materie di Miyake suggeriscono nuove strade fashion per donne affrancate dal tempo, creature libere di una natura in mutazione.

Credits: © Courtesy of Giorgiana Ravizza P.R.
(di Rosalba Radica - del 2014-05-18) articolo visto 4840 volte

sponsor