L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
James Blunt Tour 2014

JAMES BLUNT "MOON LANDING 2014 - WORLD TOUR": IL 21 LUGLIO A ROMA

All'Auditorium Parco della Musica una delle 5 tappe previste per l'Italia

ROMA - Lunedì 21 luglio alle ore 21 presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma ci sarà il concerto di James Blunt. L'artista inglese torna in Italia in una delle cinque tappe previste del suo Moon Landing 2014 World Tour che toccherà in lungo e largo l'Europa con oltre 50 concerti solo da luglio fino a fine anno. Il tour porta sul palco il suo quarto album dal titolo “Moon Landing” che è stato pubblicato lo scorso ottobre e che ha anticipato dal singolo Bonfire Heart.

Come definisce lo stesso artista si tratta di:

«Un disco molto più personale, alla ricerca di dove tutto è cominciato, e dove ci troviamo adesso. È l’album che avrei registrato se ‘Back To Bedlam’ non avesse venduto. C'è qualcosa di romantico, di malinconico e di solitario negli sbarchi lunari. Un nostalgico ricordo di qualcosa di importante che facciamo fatica a credere di avere raggiunto, una volta successo, e che per qualche triste ragione non possiamo raggiungere più come il primo amore».

É un James Blunt dunque che si guarda allo specchio e pensando al ragazzo che era e all’uomo che è, racconta di come ha imparato a stare bene con quell’immagine, con tutti i suoi pregi e difetti. Un percorso fatto di sogni, desideri e primi amori. Un lavoro discografico dove l'artista riscopre il potere della musica di comunicare emozioni direttamente e onestamente, senza troppi artifici o complicazioni. O più semplicemente come lui stesso definisce un «ritorno alle origini».

Per “Moon Landing” James ha voluto tornare a essere sè stesso, facendosi accompagnare, nelle sessioni iniziali, dal produttore-musicista Martin Terefe e poi dal produttore Tom Rothrock. Il risultato è una raccolta di canzoni crude, dirette ed emotivamente oneste. Ci sono canzoni introspettive (Always Hate Me, The Onlyone) e altre che suonano come colonne sonore per film non ancora realizzati, come Miss America, ispirata alla tragica morte di Whitney Houston. Altre che sono spudorate dichiarazioni d'amore (Postcards, Blue On Blue, o la struggente Face The Sun).

DALL'ESERCITO AI SUCCESSI DISCOGRAFICI ... - James Blunt è nato a Tidworth, Wiltshire, Inghilterra. Ha firmato per quattro anni nell'esercito, ma alla fine ne ha fatti sei tra il Canada, il Kosovo e Londra. È stato notato mentre suonava al South by Southwest Music Festival ed è stato ingaggiato da Linda Perry per la sua nuova etichetta Custard. Ha registrato un album, “Back To Bedlam”, con Tom Rothrock a Los Angeles. Niente da segnalare finché non è uscito il terzo singolo, You’re beautiful, a cui sono seguiti, insieme a un grandissimo successo, altri due album, tre tour mondiali, quattro singoli primi in classifica, cinque nomination ai Grammy Awards (più due BRITS, due Ivor Novello e una serie di MTV Awards). Ha raggiunto il traguardo di quasi 17 milioni di album e 20 milioni di singoli venduti in tutto il mondo, oltre 5 milioni di “likes” su Facebook, 250 milioni di stream su Spotify e 257milioni di visualizzazioni sul suo canale YouTube. Cifre sorprendenti che si accompagnano a sorprendenti esperienze e a qualche eccesso giovanile, ma anche alla possibilità di usare la sua influenza per fare qualcosa di buono, aiutando ad esempio vari enti benefici quali Medici senza Frontiere e Help for Heroes, e per attirare l'attenzione sul problema dei cambiamenti climatici.

Blunt racconta la sua avventura ovvero quella di un ragazzo che ha preso la chitarra e composto la sua prima canzone a 14 anni, che ha scritto la sua tesi universitaria sull’industria musicale, che ha portato la chitarra in guerra nel Kosovo, e che ha sempre sognato di fare musica, ciò che il successo ha maggiormente significato è la libertà:

«Ciò che mi ha permesso di fare era andare in tour con una band. Era assolutamente incredibile. Poi ho registrato il secondo album, “All The Lost Souls”, con quella stessa band, e composto un album più profondo, più ricco. E poi il terzo, “Some Kind Of Trouble”, l’ho registrato in Inghilterra con un sacco di musicisti in uno studio fantastico, e ci è piaciuto fare un album più allegro. Ho preso una chitarra elettrica e ho fatto il genere di canzoni che ascoltavo da adolescente e che non riuscivo a replicare sulla mia acustica. È stato divertente esplorare tutte le cose che volevo fare ed essere, tutti gli altri musicisti di cui volevo imitare il suono».

TUTTE LE TAPPE DEL "MOON LANDING 2014 - WORLD TOUR":

LUGLIO
10 - Festung Kufstein - Kufstein (Austria)
11 - Reifnitz Festplatz - Reifnitz (Austria)
12 - Castle Clam - Linz (Austria)
14 - Bolzano, Palaonda - Bolzano (Italy)
15 - Piazzola sul Brenta, Anfiteatro Camerini - Piazzola sul Brenta (Italy)
16 - Moon and Stars Festival - Locarno (Switzerland)
19 - Pori Jazz Festival - Pori (Finland)
21 - Rome, Cavea - Rome (Italy)
22 - Mantova, Piazza Sordello - Mantova (Italy)
23 - Blueballs Festival - Lucerne (Switzerland)
24 - Thurn und Taxis Festspiele - Regensburg (Germany)
26 - Paleo Festival - Nyon (Switzerland)
27 - Taormina, Teatro Antico - Taormina (Italy)
29 - Théâtre Antique de Vienne - Vienne (France)
30 - Festival de Carcassonne - Carcassonne (France)
AGOSTO
01 - Château de Beaufort - Luxembourg (Luxembourg)
02 - Dranouter Festival - Dranouter (Belgium)
03 - Ronquieres Festival - Ronquieres (Belgium)
05 - Cap Roig Festival - Palafrugell (Spain)
07 - Musik im Park, Schwetzingen - Schwetzingen (Germany)
08 - Dresden Junge Garde - Dresden (Germany)
09 - Loreley - St. Goarshausen (Germany)
10 - Halle Gerry-Weber Stadion - Halle (Westfalen) (Germany)
12 - Foires aux Vins de Colmar - Colmar (France)
14 - Wickham Festival, nr Portsmouth - Wickham, nr Portsmouth (UK)
16 - Doncaster Racecourse - Doncaster (UK)
OTTOBRE
03 - Warsaw, Torwar - Warsaw (Poland)
05 - Minsk - Palace Of The Republic - Minsk (Belarus)
06 - Vilnius - Siemens Arena - Vilnius (Lithuania)
08 - Stockholm, Hovert - Stockholm (Sweden)
10 - Linköping, Cloetta Center - Linköping (Sweden)
11 - Malmö, Baltiska Hallen - Malmö (Sweden)
12 - Flensburg, Flensarena - Flensburg (Germany)
14 - Dortmund, Westfalenhalle - Dortmund (Germany)
15 - Bamburg, Brose Arena - Bamburg (Germandy)
17 - Augsburg, Schwabenhalle - Augsburg (Germany)
18 - Freiburg, Rothaus Arena - Freiburg (Germany)
19 - Karlsruhe, DM Arena - Karlsruhe (Germany)
21 - Bremen, OeVB Arena - Bremen (Germany)
22 - Braunschweig, Volkswagenhalle - Braunschweig (Germany)
23 - Ulm, Ratiopharm Arena - Ulm (Germany)
26 - Graz, Stadthalle - Graz (Austria)
27 - Budapest Arena - Budapest (Hungary)
28 - Bratislava, NTC - Bratislava (Slovakia)
29 - Karlovy Vary Arena - Karlovy Vary (Czech Republic)
31 - Cluj, Polyvalent Hall - Cluj (Romania)
NOVEMBRE
13 - Donostia, Kursaal - Donostia (Spain)
14 - Barcelona Teatre Musical - Barcelona (Spain)
15 - Madrid, Circo Price - Madrid (Spain)
16 - Lisbon, Coliseu - Lisbon (Portugal)
20 - The O2, Dublin - Dublin (Ireland)
22 - Capital FM Arena, Nottingham - Nottingham (United Kingdom)
23 - NIA, Birmingham - Birmingham (United Kingdom)
24 - First Direct Arena, Leeds - Leeds (UK)
26 - Echo Two, Liverpool - Liverpool (UK)
27 - BIC, Bournemouth - Bournemouth (United Kingdom)
28 - The Brighton Centre - Brighton (United Kingdom)
DICEMBRE
01 - Eventim Apollo, Hammersmith, London - London (United Kingdom).
(di Redazione - del 2014-07-10) articolo visto 4755 volte
sponsor