L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Pesche Sciroppate

LE PESCHE SCIROPPATE

Un'originale ricetta per una loro corretta conservazione

La fine dell'estate coindide con il periodo dell'anno, in cui si preparano le provviste per l'inverno; in tale ottica vi proponiamo una originale ricetta per conservare le pesche in maniera tale che rimangano consistenti come appena raccolte e per poterle assaporare in tutta la loro fragranza, utilizzandole nelle fredde giornate come merenda o come ingrediente per dolci e dessert. Le pesche utilizzate per questa conserva devono essere di pasta gialla, molto soda e profumata.

Ingredienti per due vasetti da 500 ml l'uno:

pesche 1 kg

acqua calda quanto basta

zucchero a piacere

Procedimento:

Sterilizzare i barattoli, mettendoli in forno a 100° per 10 minuti; i coperchi andranno messi in forno per 5 minuti. Mettere a bollire l'acqua nella pentola, in cui andranno messi, successivamente, i barattoli con le pesche per sterilizzarli.

Per rispettare i tempi di cottura è opportuno utilizzare una pentola munita di cestello, in cui verranno posizionati i barattoli; in tal modo sarà possibile estrarli tutti nello stesso istante.

Pulire bene le pesche, sbucciarle, tagliarle a spicchi, che dovremo immergere in un recipiente ripieno di acqua e succo di limone, per evitare che la frutta scurisca (si ossidi).

Dopo aver completato la spezzettatura delle pesche, disporle nei barattoli in modo ordinato e ben strette. Aggiungere un cucchiaio o più di zucchero per dargli la dolcezza desiderata e finire di riempire tutti gli spazi con acqua calda fino a coprire la frutta. L'acqua calda serve per riscaldare il barattolo per agevolare il prossimo passo; chiudere ermeticamente i barattoli.

Quando l'acqua della pentola precedente bolle aggiungere acqua fredda per smorzare un po' il bollore ed introdurre i barattoli caldi, in modo da evitare che lo sbalzo termico possa rompere il vetro degli stessi. Una volta sistemati i barattoli nella pentola, riportare ad ebollizione. Dal momento in cui inizia di nuovo a bollire l'acqua è raccomandabile far proseguire la bollitura non più di 2-3 minuti per pastorizzarli.

Estrarre contemporaneamente tutti i barattoli caldi e finire di fargli fare il sottovuoto, ponendo gli stessi sottosopra, ricoprendoli con una coperta di lana, fino al giorno successivo in modo da farli raffreddare lentamente. A questo punto conservarli in luogo fresco e al buio.
(di Silvana Bitondo - del 2014-09-06) articolo visto 2061 volte

SFOGLIA ARCHIVIO NOTIZIE
sponsor



Fotogallery